Lunedì, 20 Settembre 2021
Attualità Centro / Piazza Michele Muzii

Donato un defibrillatore per le aree della movida di piazza Muzii e via Battisti [FOTO]

L’iniziativa è partita da due imprenditori della zona, Francesco Belardi e Lorenzo D’Arcangelo, titolari del locale "Caracò" che hanno deciso di donare alla città un’attrezzatura medicale

Un defibrillatore di ultima generazione per la zona dei locali della movida del centro di Pescara è stato donato da due imprenditori della zona.
Francesco Belardi e Lorenzo D’Arcangelo, titolari del locale ‘Caracò’, che hanno deciso di donare alla città un’attrezzatura medicale che spesso può fare la differenza tra la vita e la morte di un soggetto colpito da arresto cardiaco.

Il defibrillatore consente di guadagnare minuti vitali rispetto all’arrivo pure tempestivo dei mezzi di soccorso.

Ora sarà l’associazione Misericordia a organizzare un minicorso gratuito per insegnare l’utilizzo dell’apparecchiatura oltreché delle nozioni di primo soccorso, che sono fondamentali in luoghi in cui comunque possono potenzialmente verificarsi assembramenti.

A farlo sapere è il vice presidente del consiglio comunale, Berardino Fiorilli, affiancato dal sindaco Carlo Masci, dal governatore della Misericordia, Cristina D’Angelo e da Francesco Belardi che ha consegnato il nuovo defibrillatore nelle mani del sindaco. Sarà posizionato in un box trasparente e infrangibile realizzato sulle mura del mercato coperto di piazza Muzii, in modo da essere visibile ed eventualmente utilizzabile all’occorrenza, sia per gli avventori dell’area della movida che dei residenti o dei lavoratori.

“Quando si parla di sicurezza degli utenti, dei frequentatori delle strade della movida, spesso si pensa solo alla presenza delle telecamere, delle forze dell’ordine, in altre parole si fa riferimento esclusivamente alle problematiche inerenti l’ordine pubblico e la pubblica incolumità", sottolinea Fiorilli, "in questo caso, invece, parliamo di tutela della vita umana grazie alla disponibilità di un’attrezzatura salvavita, un defibrillatore, che può fare la differenza e che oggi è stata consegnata e installata in modo formale nel cuore dell’intrattenimento e della vita serale di Pescara, piazza Muzii, dove si concentrano un enorme numero di locali e un elevato volume di presenze. Parliamo di un dispositivo elettromedicale che da oggi sarà accessibile a tutti e il cui impiego può concretamente salvare una vita e la cui disponibilità rappresenta una garanzia di sicurezza in più per tutti coloro che frequentano quei luoghi”.

“Ringrazio il vicepresidente Fiorilli che si è impegnato per dare un’opportunità di tale rilevanza alla città di Pescara", dice il sindaco Masci, "e a una zona in cui c’è un concentrato particolare di cittadini, forse la zona più frequentata della città, che da oggi sarà dotata di un presidio di salvaguardia straordinario. La donazione odierna rappresenta una bella pagina di città solidale in cui assistiamo a un rapporto privilegiato tra pubblico e privato, con un privato che dona alla città una disponibilità fondamentale. E ringrazio la Misericordia per la disponibilità nella formazione degli utenti così come ringrazio tutte le Associazioni del Terzo settore che in questo ultimo anno hanno affiancato l’amministrazione comunale in tante attività garantendone il funzionamento al meglio”.

A spiegare le ragioni della donazione è stato lo stesso Belardi: “Con il mio socio D’Arcangelo lavoriamo nelle ore serali, quando l’area di piazza Muzii e le vie limitrofe vedono una presenza importante di consumatori. Purtroppo in passato abbiamo assistito a problematiche sanitarie che hanno richiesto interventi salvavita e quindi è evidente che la presenza di un defibrillatore in loco possa rappresentare in valore aggiunto, nella speranza che ora anche gli altri commercianti o esercenti vogliano seguire l’esempio”.
Subito dopo sono scesi in campo i volontari della Misericordia che, con la guida e il coordinamento del governatore D’Angelo, hanno dato una dimostrazione sulle modalità di utilizzo del defibrillatore sia da parte di comuni cittadini, formati con le nozioni base, sia nel momento dell’arrivo di un mezzo di soccorso abilitato all’emergenza. “Il defibrillatore donato", spiega D’Angelo, "è semiautomatico, e la Misericordia, che opera in emergenza in convenzione con il 118, svolgerà dei minicorsi gratuiti per fornire ai cittadini le informazioni necessarie per l’utilizzo del dispositivo che è vitale quando ci si trova a dover fornire un’assistenza tempestiva a un soggetto colpito da arresto cardiaco nell’attesa dell’arrivo dei soccorsi”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Donato un defibrillatore per le aree della movida di piazza Muzii e via Battisti [FOTO]

IlPescara è in caricamento