Martedì, 21 Settembre 2021
Attualità Spoltore

La Croce Rossa di Spoltore piange la scomparsa di Antonio Cecchini

Originario del Pescarese, è morto all'età di 71 anni a Roma. La Croce Rossa di Spoltore lo ricorda come un maestro e un mentore dall'eccezionale umanità

La Croce Rossa di Spoltore piange la scomparsa di Antonio Cecchini, morto a 71 anni a Roma. I volontari, i dirigenti e dipendenti in servizio lo ricordano come un maestro e mentore, un amico dall'eccezionale umanità che trasmetteva il suo sapere e la sua esperienza professionale con semplicità e umiltà.

Particolarmente addolorato il presidente Pierluigi Parisi, legato ad Antonio Cecchini da una condivisione di vita professionale presso la Centrale 118 di Pescara, durata oltre 15 anni, che aveva generato un'amicizia schietta, sincera e indissolubile. Parisi lo ricorda così:

"Ricordo quanto Antonio fosse legato alle sue lontane origini e quanto si sia prodigato, anno dopo anno, per il popolo eritreo. I container con gli aiuti sanitari (per i quali coinvolgeva sempre amici e colleghi) e i numerosi viaggi in quella terra lontana, occupavano gran parte del suo tempo: quello che avanzava dal suo infaticabile impegno di infermiere sulle ambulanze del 118.

Arrivato in Croce Rossa è stato di immenso aiuto per la formazione dei giovani volontari ed è stato anche grazie a lui e alla sua tenacia che riuscimmo ad acquistare le nostre prime due ambulanze"

Il vicepresidente Franco Probi lo ricorda con la sua divisa della Croce Rossa che ha indossato sempre con rispetto e onore senza negarsi mai per un confronto con i volontari e giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Croce Rossa di Spoltore piange la scomparsa di Antonio Cecchini

IlPescara è in caricamento