rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Attualità

Viale Marconi, pensiline senza panchine e autobus nella corsia delle auto: ancora critiche dal comitato

Sulla pagina facebook Salviamo viale Marconi la battaglia contro l'amministrazione non si ferma, Pasetti: "Al grido di 'ce lo chiede l'Europa' presentiamo il sindaco Carlo Masci e la sua utopica visione di mobilità sostenibile"

Prosegue via social la battaglia di esercenti e cittadini contro la nuova viabilità in viale Marconi e ancora una volta protagonisti della protesta sono autobus e pensiline. Due le foto apparse oggi sulla pagina facebook del comitato Salviamo viale Marconi, una delle quali di uno dei suoi fondatori, Franco Pasetti. Nell'immagina una ragazza aspetta l'autobus seduta sul marciapiede della pensilina con i piedi sulla corsia preferenziale: “Al grido di 'ce lo chiede l'Europa' presentiamo il sindaco Carlo Masci e la sua utopica visione di mobilità sostenibile”, scrive Pasetti. Un problema, quello delle pensiline, su cui il comitato ha battuto più volte soprattutto per la scarsa larghezza delle stesse che fanno temere per l'incolumità degli studenti quando il liceo Marconi distante pochi metri, riaprirà.  E su questo, sempre sul suo profilo facebook, interviene anche Antonella De Cecco, membro storico del comitato Strada parco bene comune che si chiede “dove mi siedo?” ripostando proprio la foto di Pasetti e altre immagini che alle pensiline fanno riferimento. “Ma come si fa a progettare così? - si chiede -. Ci credo che il ministero non ha approvato e non ha dato i fondi. Questo 'budello' di sosta non tiene conto in nessun modo degli utenti. Niente pensiline, né panchine, spazio ridottissimo. Al sole al vento alla pioggia. Ci vuole fantasia a chiamare 'banchine di sosta' questi spartitraffico”.

viale marconi bus

Sulla questione autobus e corsie un'altra foto campeggia sul profilo social del comitato. Una foto in cui l'autobus invece che sulla sua, di corsia, passa in quella riservata alle auto, con chi la posta che scrive: “giuro, io non ci sto più a capire niente. Bus che transita sulla corsia delle auto, con passeggeri che salgono e scendono dal marciapiede e non dalle pensiline. Auto che sfrecciano sulla corsia preferenziale. Boh, spiegatemi voi”. In occasione dell'ultimo sit-in i componenti del comitato avevano detto di voler tenere alta l'attenzione sulla viabilità in viale Marconi che, sono tornati a denunciare, crea problemi a cittadini ed esercenti alle prese con evidenti cali di fatturato, hanno rimarcato, e così stanno facendo in attesa di un confronto reale con un'amministrazione che, aveva detto il 20 aprile Lucio Marinelli anche lui tra i fondatori del comitato, “dovrebbe essere nostra partner e invece è nostra antagonista”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Viale Marconi, pensiline senza panchine e autobus nella corsia delle auto: ancora critiche dal comitato

IlPescara è in caricamento