rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

Crisi idrica, l'Udc chiede un incontro urgente alla Regione: "Siamo in emergenza da troppo tempo"

Il coordinamento regionale del partito presieduto dal segretario regionale Enrico Di Giuseppantonio chiede la convocazione di un tavolo con Ersi, società di gestione e Comuni: la priorità è intercettare i fondi e migliorare il sistema idrico regionale

L'Udc Abruzzo chiede un confronto con la Regione e l'Ersi (Ente regionale servizio idrico), le società di gestione e i Comuni per trovare soluzioni alla crisi idrica puntando soprattutto sui finanziamenti già promessi perché si concretizzino e permettano di intervenire in modo importante sul sistema idrico regionale.

“Siamo di fronte a un’emergenza idrica che richiama la Regione Abruzzo ad assumere tutte le iniziative utili per affrontare in maniera decisa quella che sta assumendo tutti i connotati di una vera e propria calamità”, scrive nella lettera inviata al presidente della Regione Marco Marsilio il coordinamento regionale dell'Udc presieduto dal segretario regionale Enrico Di Giuseppantonio e i segretari provinciali Andrea Colalongo per Pescara, Andrea Buracchio per Chieti, Dante D'Elpidio per Teramo e Carlo Giolitto per L'Aquila e di cui fanno parte anche i sindaci e gli amministratori locali del partito.

“Siamo da troppo tempo in emergenza idrica, che purtroppo ha radici lontane e la situazione non è più sostenibile – sottolinea Di Giuseppantonio -. L’acqua manca in molte città piccole, medie e grandi, con alcuni Comuni che subiscono un continuo razionamento del servizio. È urgente far fronte alle difficoltà oramai storiche causate anche dal pessimo stato manutentivo in cui versano le reti idriche interne e la ingente dispersione d’acqua. Pesanti ripercussioni si stanno avendo anche nel mondo agricolo e la carenza di precipitazioni fa riaffiorare i ‘soliti’ problemi dei consorzi di bonifica”. L'obiettivo deve essere quello di arrivare ad “una pianificazione territoriale per la creazione di nuovi invasi, la realizzazione di piccole riserve idriche negli immobili pubblici e nei condomini, una campagna di sensibilizzazione rivolta ai cittadini per renderli più consapevoli e responsabili sull’uso corretto dell’acqua. È il momento di agire e dircelo - conclude il segretario regionale dell'Udc - ci sono mutamenti climatici in corso, che non devono essere sottovalutati”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Crisi idrica, l'Udc chiede un incontro urgente alla Regione: "Siamo in emergenza da troppo tempo"

IlPescara è in caricamento