rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Attualità

Covid, l'Abruzzo è fra le sei regioni dove le terapie intensive occupate sono in aumento

I dati sono stati diffusi dall'agenzia Agenas e sono aggiornati alla serata del 4 febbraio

L'Abruzzo è una delle sei regioni dove nelle ultime 24 ore c'è stato un aumento dei ricoverati in terapia intensiva contagiati dal Covid. Lo ha fatto sapere l'Agenas, l'agenzia per i servizi sanitari che ha aggiornato i dati alla serata del 4 febbraio. In Italia, come riporta Adnkronos, l'occupazione media dei posti in rianimazione è sostanzialmente stable da due giorni ed è al 15%, in quattro regioni invece è in calo.

Nel dettaglio, si registra l'aumento di 1 punto percentuale in Abruzzo (che si attesta così al 18%); Friuli Venezia Giulia (22%); Lazio (21%); Liguria (14%), mentre il Molise sale di 3 punti percentuali, raggiungendo l'8%. L'occupazione delle terapie intensive si riduce di 1 punto percentuale invece nelle province autonome di Bolzano (al 19%) e di Trento (23%) e in Veneto (13%), e di ben 6 punti percentuali in Valle d'Aosta (al 9%). Ad oggi la Provincia di Trento ha l'occupazione più alta delle rianimazioni con il 23% mentre la Basilicata con il 5% è la regione con la percentuale più bassa. Ricordiamo che l'Abruzzo è stato confermato per almeno un altra settimana in zona arancione dalla cabina di regia del Ministero della Salute.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, l'Abruzzo è fra le sei regioni dove le terapie intensive occupate sono in aumento

IlPescara è in caricamento