Giovedì, 29 Luglio 2021
Attualità

Covid, cala ancora l'occupazione delle terapie intensive in Abruzzo che scende al 24%

I dati sono disponibili sul portale dell'Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. In Italia la pressione è al 30%

Continuano a migliorare i dati relativi alla pressione ospedaliera in Abruzzo per il Covid. I dati dell'Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali aggiornati al 27 aprile mostrano una occupazione per i pazienti affetti da Coronavirus pari al 24%, con soglia critica fissata dal ministero della salute al 30%. Il dato tiene conto dei numeri di ieri e nella giornata odierna 28 aprile c'è stata un'ulteriore diminuzione di 3 unità nelle terapie intensive.

Anche sul fronte dei ricoveri ordinari da Covid, l'Abruzzo ha una pressione del 28% sul sistema ospedaliero, con soglia critica fissata al 40%. Il 7 aprile scorso la pressione sui reparti di terapia intensiva era pari al 33% nella nostra regione. A livello nazionale, in Italia la pressione ospedaliera sulle terapie intensive è del 30% e del 32% sui reparti ordinari per i pazienti Covid, con dato relativo al 27 aprile.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, cala ancora l'occupazione delle terapie intensive in Abruzzo che scende al 24%

IlPescara è in caricamento