menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Covid, cala ancora l'occupazione delle terapie intensive in Abruzzo che scende al 24%

I dati sono disponibili sul portale dell'Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. In Italia la pressione è al 30%

Continuano a migliorare i dati relativi alla pressione ospedaliera in Abruzzo per il Covid. I dati dell'Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali aggiornati al 27 aprile mostrano una occupazione per i pazienti affetti da Coronavirus pari al 24%, con soglia critica fissata dal ministero della salute al 30%. Il dato tiene conto dei numeri di ieri e nella giornata odierna 28 aprile c'è stata un'ulteriore diminuzione di 3 unità nelle terapie intensive.

Anche sul fronte dei ricoveri ordinari da Covid, l'Abruzzo ha una pressione del 28% sul sistema ospedaliero, con soglia critica fissata al 40%. Il 7 aprile scorso la pressione sui reparti di terapia intensiva era pari al 33% nella nostra regione. A livello nazionale, in Italia la pressione ospedaliera sulle terapie intensive è del 30% e del 32% sui reparti ordinari per i pazienti Covid, con dato relativo al 27 aprile.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Attenzione al razzo cinese: l'ironia corre sul web [FOTO]

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento