Covid nelle Terme di Caramanico, ma nessun allarmismo: la Asl tiene a fare delle precisazioni

Un attacco mediatico esagerato e fuorviante che lede l'immagine del centro termale e del complesso alberghiero annesso. La situazione è sotto controllo

La notizia apparsa ieri su alcuni organi di stampa regionali ha creato inutili i ingiustificati allarmismi.
"Tracce di Covid. Chiuse le Terme di Caramanico", sparato in prima pagina a nove colonne è indubbiamente un titolo sensazionale, ma la direzione generale della Asl di Pescara è prontamente intervenuta per fare chiarezza.

Il Dipartimento di Prevenzione, non appena venuto a conoscenza del fatto, si è attivato per applicare tutte le procedure del caso rispettando i protocolli di sicurezza.

Fin da subito è partito il sopralluogo da parte del servizio di Igiene Epidemiologia e Sanità Pubblica, sottoponendo a tampone diagnostico i 43 dipendenti della struttura termale e gli ospiti dell'hotel. Domani, lunedì 27 luglio, si completeranno i controlli rivolti agli operatori sanitari non in servizio. La scrupolosità viene anche da ulteriori controlli che si ripeteranno tra cinque giorni per verificare la persistenza della negatività dei tamponi. Solo a quel punto, al termine delle verifiche, si darà parere di prosecuzione o meno delle attività. Tutti gli ambienti sono stati sanificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Oddo dopo l'esonero dal Pescara cita Pirandello

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

  • Saturimetro: cos’è, come si usa e perché, proprio ora, è fondamentale

Torna su
IlPescara è in caricamento