rotate-mobile
Attualità

Covid: l'Abruzzo e altre 13 regioni sopra la soglia critica per le terapie intensive

L'Agenas ha diffuso i dati relativi alla pressione sulle terapie intensive per i pazienti ricoverati a causa del Covid

Aumenta la pressione ospedaliera sulle terapie intensive per i pazienti Covid. Lo certificano i dati diffusi dall'Agenas, l'agenzia nazionale per i servizi sanitari aggiornati alle 23 del 2 gennaio. In tutta Italia, infatti, i posti letto occupati da pazienti in area critica sono in aumento, con 9 regioni e province autonome che hanno visto un aumento negli ultimi giorni e 14 regioni oltre la soglia critica del 10% fissata per i parametri da zona gialla. Fra queste c'è anche l'Abruzzo al 12%. Nelle ultime 24 ore la Basilicata ha fatto segnare un +2% (attestandosi al 3%), l'Emilia Romagna con +1% raggiunge il 15%, la Liguria con +1% (al 21%), le Marche con +1% (al 20%), la provincia autonoma di Trento che registra un +2% (raggiungendo il 24%), la Sardegna con +1% (all'8%), la Sicilia +1% (al 13%), la Toscana +1% /al 15%) e il Veneto con +1% (al 19%)

Oltre alla nostra regione, troviamo oltre la soglia del 10% , Sicilia (13%), Lombardia (14%), Calabria, Toscana ed Emilia Romagna (15%), Friuli Venezia Giulia e Lazio (16%), Provincia di Bolzano e Piemonte (17%), Veneto (19%), mentre tre regioni sono anche arrivate al limite del 20% come nel caso delle Marche, o oltre come nel caso della Liguria (21%) e provincia di Trento (24%). In Abruzzo sono 22 i pazienti ricoverati attualmente in terapia intensiva, e 184 quelli nei reparti ordinari.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid: l'Abruzzo e altre 13 regioni sopra la soglia critica per le terapie intensive

IlPescara è in caricamento