rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Attualità

Covid, l'Abruzzo fra le regioni che sforano la soglia critica per i ricoveri ospedalieri

Sono nove le regioni che attualmente hanno superato la soglia critica stabilita al 15% per i ricoveri ordinari

L'Agenas, agenzia per i servizi sanitari regionali, ha diffuso i dati relativi all'occupazione dei posti letto negli ospedali italiani per l'emergenza Covid, aggiornati al 7 marzo. L'occupazione per l'area medica è stabile da 4 giorni al 14%, ma ci sono 9 regioni che sforano la soglia critica del 15%. Come riporta Adnkronos, fra queste c'è anche l'Abruzzo al 21%. Le altre sono Calabria (al 25%), Sicilia (al 24%), Basilicata (23%), Umbria (21%), Sardegna (20%), Puglia (19%), Lazio (18%) e Marche (17%) Proprio sulla soglia del 15% Molise e Liguria, mentre tutte le altre regioni e province autonome hanno tutte percentuali inferiori. Rispetto ad un anno fa, il 7 marzo 2021, l'occupazione è sostanzialmente dimezzata, in quanto allora il dato era pari al 33% di media.

Per le terapie intensive, invece, l'Abruzzo è sotto la soglia critica fissata al 10%, mentre la media italiana è pari al 6% in costante discesa e stabile su questa percentuale da tre giorni. L'unica regione che si pone sopra la soglia critica del 10% è la Sardegna (al 13%), mentre il Lazio è proprio sulla soglia (10%). Le restanti regioni e province autonome hanno percentuali inferiori, la più bassa si registra nella provincia di Bolzano che è all'1%. Esattamente un anno fa, il 7 marzo 2021, la percentuale era del 29%.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid, l'Abruzzo fra le regioni che sforano la soglia critica per i ricoveri ospedalieri

IlPescara è in caricamento