Mercoledì, 23 Giugno 2021
Attualità

Covid-19, in Abruzzo scesa al 12% la percentuale di occupazione delle terapie intensive

È l'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì, a fare il punto della situazione riguardo agli ospedali regionali

Il tasso di occupazione dei reparti di terapia intensiva degli ospedali abruzzesi è sceso al 12 per cento.
A fornire il dato è l'assessore regionale alla Salute, Nicoletta Verì. 

«In Abruzzo il tasso di occupazione delle terapie intensive è sceso al 12 per cento, 8 punti in meno della media nazionale e molto distante dalla soglia d'allerta fissata dal ministero, che è pari al 30 per cento», dice la Verì all'Adnkronos.

L'assessore regionale poi prosegue: «Questo risultato è legato soprattutto all'andamento positivo della campagna vaccinale, che nella nostra regione ha registrato picchi eccezionali soprattutto per quanto riguarda le categorie fragili, come sottolineato dal generale Francesco Figliuolo nel corso della sua visita del 7 maggio scorso. Il trend in diminuzione dei ricoveri ospedalieri ha permesso, già da alcune settimane, di riconvertire all'attività ordinaria alcuni reparti che erano stati dedicati all'assistenza dei malati Covid, concentrando la loro presa in carico in strutture ben identificate e allestite per far fronte alle esigenze legate alla pandemia». 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Covid-19, in Abruzzo scesa al 12% la percentuale di occupazione delle terapie intensive

IlPescara è in caricamento