rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Attualità Fontanelle / Via Fontanelle, 8

Coronavirus, la onlus Tripla Difesa sollecita un indulto o un'amnistia per i detenuti

Tra le iniziative portate avanti vi è quella di recapitare i pacchi della spesa nelle province di Pescara e Chieti - area metropolitana alle famiglie che temono il Coronavirus. Parla la presidente Edda Giuberti

Con una nota dalla direzione nazionale di Firenze la onlus Tripla Difesa accreditata alle Nazioni Unite, che ha anche sedi in Pescara e in provincia di Chieti, sollecita agli organi competenti un provvedimento urgente di indulto e di amnistia per il sovraffollamento carcerario in quanto, da fonte del Movimento Radicali Associazione Antigone, vi sono circa 16mila detenuti con pene da espiare sotto la soglia dei tre anni, potrebbero tramite amnistia che dal 1990 non è stata riproposta come sanatoria giudiziaria, tornare in libertà per un vero reinserimento sociale e per non sperperare denaro pubblico per far espiare pene di lieve entità.

Attualmente il sistema carcerario è in ulteriore sofferenza per effetto del Coronavirus e quindi una soluzione ottimale ed umana in linea ai diritti umani per cui si batte la onlus Tripla Difesa sarebbe quell'opportunità di emanare un indulto e un'amnistia.

Tra le iniziative portate avanti dalla onlus vi è quella di recapitare i pacchi della spesa nelle province di Pescara e Chieti - area metropolitana alle famiglie che temono il Coronavirus. Info: tel. 345/5358313 numero bianco nazionale 800500800 - presidente Tripla Difesa Edda Giuberti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la onlus Tripla Difesa sollecita un indulto o un'amnistia per i detenuti

IlPescara è in caricamento