rotate-mobile
Attualità

Coronavirus: negli ospedali abruzzesi continuano a calare ricoveri e persone in terapia intensiva

Dal quattro aprile infatti scendono costantemente i ricoveri e le terapie intensive nella nostra Regione per l'emergenza Covid19

Da tre giorni prosegue il trend del calo dei ricoveri e terapie intensive negli ospedali abruzzesi, nell'ambito dell'emergenza Coronavirus. I dati riguardanti la Regione Abruzzo mostrano infatti un costante calo a partire dal 4 di aprile. Il 3 aprile infatti i ricoveri erano 361 e le terapie intensive 76 nei presidi sparsi sul territorio regionale. Oggi 6 aprile invece abbiamo 340 ricoverati e 66 terapie intensive, con un calo giornaliero graduale.

Si tratta di un dato positivo che i sanitari abrruzzesi attendevano da tempo non solo per poter scaricare il carico di lavoro avuto nelle ultime settimane durante il picco dell'emergenza negli ospedali, ma anche per valutare i buoni risultati ottenuti con le terapie somministrate ai pazienti come nel caso del tocilizumab, il farmaco anti artrite reumatoide che ha dimostrato di essere efficace contro la polmonite acuta da Covid. L'86% dei pazienti a cui è stato somministrato fra Pescara e Penne ha avuto infatti un rapido miglioramento.

CORONAVIRUS, I DATI AGGIORNATI AL 6 APRILE

Fondamentale sarà monitorare i dati dei prossimi giorni e come hanno sempre ribadito i medici e virologi rispettare le misure di distanziamento e isolamento sociale per riuscire ad avvicinarsi il più possibile al cosiddetto "fattore R0" di contagio, necessario per poter valutare una riapertura graduale del Paese senza rischiare un rimbalzo di contagi estremamente pericoloso.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus: negli ospedali abruzzesi continuano a calare ricoveri e persone in terapia intensiva

IlPescara è in caricamento