rotate-mobile
Attualità Spoltore

Coronavirus, i 90enni Giordano e Anna di Spoltore riuniti per Pasqua nell'ospedale di Chieti

A causa del contagio da Covid-19 (Coronavirus) che ha colpito entrambi erano stati stati divisi essendo stati ricoverati in 2 reparti diversi

Non avrebbero potuto avere una Pasqua migliore due coniugi di Spoltore, Giordano e Anna di 94 e 90 anni, sposati da 70 anni.
A causa del contagio da Covid-19 (Coronavirus) che ha colpito entrambi erano stati stati divisi essendo stati ricoverati in 2 reparti diversi. 

Ma ci ha pensato Francesco Cipollone, responsabile dei reparti Covid del nosocomio teatino, a riunire la coppia nel medesimo reparto.

Come fa sapere Cipollone ad Ansa Abruzzo, per primo si è ammalato il marito, 94enne ricoverato tre settimane fa in clinica medica. Pochi giorni dopo anche la moglie è risultata positiva al tampone, ma è stata ricoverata in un altro reparto. La lontananza dall'amata moglie aveva portato Giordano a lasciarsi andare nonostante fosse migliorato dopo le prime cure:

"Non mangiava più nonostante fosse clinicamente guarito, ma era ancora ricoverato sotto osservazione sembrava si stesse lasciando andare e a quell'età è molto rischioso. Il paziente non credeva che fosse ancora viva la moglie. Ho capito che l'unica soluzione era riunirli e così mi sono adoperato per spostarla nello stesso reparto". 

La signora Anna, prima di rivedere il marito, nel reparto di Medicina generale 2, oltre alle cure ha ricevuto le premure del personale infermieristico e medico che si è prodigato per far sentire i due coniugi al telefono.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, i 90enni Giordano e Anna di Spoltore riuniti per Pasqua nell'ospedale di Chieti

IlPescara è in caricamento