rotate-mobile
Martedì, 18 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, positivo un funzionario della polizia giudiziaria della Procura: scatta la sanificazione

Una persona che lavora nella polizia giudiziaria della Procura di Pescara è risultata positiva al Coronavirus ed è sintomatica. L'accesso al Tribunale era stato già limitato da ieri

Apprensione fra i dipendenti della Procura dopo la conferma della positività al Coronavirus da parte di un funzionario della polizia giudiziaria. L'uomo, che lavora negli uffici del tribunale di Pescara e che collabora con un sostituto procuratore, da giorni accusava sintomi come febbre e tosse e si teme che, nonostante le limitazioni d'accesso già imposte nella giornata di ieri 11 marzo, possa aver contagiato anche altre persone oltre a parenti ed amici.

CORONAVIRUS, PRONTO SOCCORSO RISCHIA COLLASSO

Tre persone sono sotto osservazione per sintomi simili ed hanno effettuato il tampone. Oggi sarà eseguita una sanificazione del terzo e quarto piano. L'accesso al palazzo di giustizia, come imposto dall'ultimo decreto del Governo, resta limitato ai soli magistrati e personale di tutti gli uffici giudiziari, di quelli distaccati dal Comune e delle imprese che stanno effettuando i lavori nella struttura. Gli avvocati potranno accedere solo per comprovate esigenze d'attivtà urgenti, come difensori d'ufficio per il rinvio dei processi penali calendarizzati nello stesso giorno, gli avvocati di imputati per i quali è prevista la trattazione necessaria (udienza di convalida di arresto e del fermo, udienze dei procedimenti nei quali nel periodo di sospensione scadono i termini), i testimoni in processi a trattazione necessaria che saranno giornalmente indicati al presidio di ingresso dalla cancelleria penale e uffici gip/gup.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, positivo un funzionario della polizia giudiziaria della Procura: scatta la sanificazione

IlPescara è in caricamento