rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, secondo l'esperto Stuppia da variante inglese il 40% per cento dei contagi a Pescara

Liborio Stuppia, direttore del laboratorio di Genetica molecolare-Test Covid-19 dell’università di Chieti fa il punto sulle varianti del Covid

Circa 4 su 10 contagi da Covid-19 (Coronavirus) accertati nelle ultime settimane a Pescara sarebbe dovuto a una variante del virus, probabilmente quella inglese.
A sostenerlo è Liborio Stuppia, direttore del laboratorio di Genetica molecolare-Test Covid-19 dell’università "d'Annunzio": «Sta circolando rapidamente sul territorio, potrebbe essere questa la spiegazione della crescita dei numeri», dice all'Ansa Abruzzo.

Negli ultimi giorni appare evidente l’incremento dei contagi nell’area metropolitana e solo nella nostra città sono stati 115 i contagi ieri, giovedì 4 febbraio. 

«La variante inglese è più contagiosa: tutto questo non deve portare al panico, ma all’estrema prudenza», dice ancora Stuppia, direttore di uno dei due laboratori individuati dalla Regione Abruzzo per il sequenziamento del virus. L’altro è l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale dell’Abruzzo e del Molise.
Questo quanto aggiunge Stuppia riguardo all'andamento del contagio a Pescara: «Si iniziano a vedere focolai grandi e potrebbe aver inciso il collegamento aereo con Londra. Dal 20 dicembre, nell’area Pescara Chieti, abbiamo accertato 160 casi di variante, che sta crescendo molto sul territorio, e altri 25 solo ieri, uno studio approfondito, sui dati di oggi e di domani, che verrà condotto a livello nazionale e, quindi, anche in Abruzzo, per analizzare la situazione, su indicazione dell’Istituto Superiore di Sanità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, secondo l'esperto Stuppia da variante inglese il 40% per cento dei contagi a Pescara

IlPescara è in caricamento