rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, la Caritas di Pescara serve 250 pasti al giorno

Il direttore, don Marco Pagniello: "Siamo al lavoro nella Cittadella dell'Accoglienza e alla mensa. Abbiamo deciso di tenere aperti i 3 empori di Pescara, Penne e Montesilvano. Siamo riusciti a ripristinare il servizio doccia in via Gran Sasso"

Coronavirus, la Caritas di Pescara serve 250 pasti al giorno in questi giorni di emergenza sanitaria. Ecco che cosa spiega il direttore, don Marco Pagniello:

"In questi giorni siamo al lavoro nella Cittadella dell'Accoglienza e alla mensa. Nella Cittadella, seguendo le nuove indicazioni e le prescrizioni del Dpcm, diamo ospitalità a 30 persone. Lavoriamo tanto con la mensa, preparando oltre 250 pasti al giorno tra pranzo e cena. 60 li serviamo nella Cittadella, mentre gli altri sono da asporto e vanno alle mense e anche, tramite volontari e Protezione Civile, a persone indigenti, costrette a restare in casa".

E ancora:

"Abbiamo deciso di tenere aperti i nostri 3 empori di Pescara, Penne e Montesilvano, dove si può fare la spesa 3 volte a settimana. Siamo riusciti a ripristinare il servizio doccia in via Gran Sasso che è quanto mai i portate in questo periodo di emergenza, permettendo così alle persone di lavarsi e cambiarsi e infine, non potendo assistere direttamente tante persone, proprio per l'emergenza, abbiamo instituito un servizio di supporto telefonico per le persone che assistiamo, oltre ad un supporto economico, con i contributi Cei, per il pagamento degli affitti".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, la Caritas di Pescara serve 250 pasti al giorno

IlPescara è in caricamento