rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Attualità

Coronavirus, Albani (responsabile emergenze): "Con l'aumento dei contagi non saremo in grado di assistere tutti"

A dirlo, a chiare lettere, è Alberto Albani, primario del pronto soccorso di Pescara e responsabile regionale per le emergenze

«Purtroppo la curva dei contagi da Covid-19 (Coronavirus) sta aumentando come temevano e se prosegue così non saremo più nella condizione di assistere tutti i malati. Per questo motivo rinnovo l'invito a tutti a restare in casa».
A dirlo, a chiare lettere, è Alberto Albani, primario del pronto soccorso di Pescara e responsabile regionale per le emergenze.

Albani fornisce i numeri dell'attuale emergenza spiegando come sia necessario e fondamentale interrompere la catena dei contagi e «bisogna restare in casa».

Come riferisce lo stesso Albani a questa mattina sono 347 i pazienti risultati positivi al test e solo nell'ospedale pescarese ci sono 170 persone ricoverate (di cui 20 intubate) e altre 24 (di cui 4 intubati) in quello di Penne.

Nell'intera regione sono disponibili 78 posti di Rianimazione e 19 in più sono stati attivati per i Covid-19 di cui 15 occupati. Nell'ospedale "Spirito Santo" sono stati aumentati da 70 a 102 i posti di Malattie Infettive, da 68 a 88 le Malattie Infettive a pressioni negativa.

«Abbiamo ancora un margine di crescita ma difficilmente reggeremo l'impatto della curva dei contagi. Per Pescara abbiamo ad esempio ricovertito 140 posti di Medicina generale e Pneuomologia per fronteggiare l'emergenza, l'invito è restare a casa», conclude Albani.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, Albani (responsabile emergenze): "Con l'aumento dei contagi non saremo in grado di assistere tutti"

IlPescara è in caricamento