rotate-mobile
Attualità

Alla Cooking cup trionfa l'amatriciana di mare dell'equipaggio della Liberty: la stagione di vela si chiude con gusto [FOTO]

Diciotto imbarcazioni per diciotto versioni del piatto marinaro, un successo l'edizione 2022 nonostante la mancanza di vento non abbia permesso di portare a termine la regata

Il vento in poppa per completare la regata non c'è stato, ma nelle cucine si è viaggiato a gonfie vele e la Cooking Cup si è chiusa con un vincitore. La miglior “Amatriciana di mare” è quella preparata dall'equipaggio della Liberty (Cnp2018) dell'armatore Andrea Di Nicolantonio.

Dietro di loro, ad un solo punto di distanza, Ansife di Saverio Pitocco (La Scuffia). Terzo poso parimerito per Osiris di Davide Andolfi (La Scuffia) a cui è andato anche il premio per la miglior presentazione per il piatto di portata, e Maltemi (Cnp2018) di Sergio Catalano. Un quarto e quattro quinti posti a pari merito sono stati conquistati da Bluna 2 (Cnp2018) di Carlo Pasetti, Brezza (Cnp2018) di Pio Cubiotti, Victory (Svagamente) di Luca Di Manlio, Duo (Ventoforte) di Emanuele De Martinis e Cherì (La Scuffia) di Carlo Ridolfi. La giuria ha dovuto attribuire un punteggio ad ogni piatto tenendo in considerazione gusto, difficoltà di esecuzione e presentazione dello stesso.

Ben 18 le portate che ha dovuto assaporare. Portate preparate dagli equipaggi altrettante imbarcazioni di vela d'Altura nel corso dell'evento organizzato dal circolo nautico Pescara con la collaborazione del porto turistico e il patrocinio del Comune di Pescara. Presidente del quartetto di giurati Santino Strizzi, chef di fama internazionale, sommelier e componente del direttivo dei cuochi di Villa Santa Maria: “Una gara simpatica e coinvolgente – commenta – che mostra come la buona cucina si abbina bene a qualsiasi tipo di sport. In questo caso la pasta e il suo condimento sono stati preparati a bordo delle imbarcazioni quindi con difficoltà di spazio e di mezzi, ma i cuochi velisti sono stati ugualmente fantasiosi e competenti rendendo la gara competitiva al massimo, oltre che allegra. Ognuno di loro ha dovuto descrivere la pietanza cucinata e qualcuno si è sentito persino emozionato di fronte alla giuria”.

Al porto turistico di Pescara la Cooking cup 2022 chiude la stagione velica

Oltre allo chef Strizzi a valutare le varie “Amatriciane di Mare” Luca Caldora, titolare dell'omonimo ristorante di Punta Vallevò a San Vito Chietino, la componente del Circolo Nautico Pescara Anna Venditti e l'assessore allo Sport del Comune di Pescara Patrizia Martelli. “Con la Cooking Cup si è conclusa in bellezza e simpatia la stagione velica del Cnp2018 – aggiunge il presidente Nino Venditti durante le premiazioni - che quest'anno ha dimostrato la grande ripresa dello sport della vela a Pescara e in Abruzzo in generale”. La manifestazione è stata sorretta ed è riuscita anche grazie al supporto di Scavolini Store, Ristorante Caldora di Punta Vallevò, Salumificio Merziari, Banca Generali Private, Ferretti Gioielleria, Locman Italy e Vittoria Rms. Assoluta protagonista la pasta, in particolare le mezze maniche di Rustichella d'Abruzzo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Alla Cooking cup trionfa l'amatriciana di mare dell'equipaggio della Liberty: la stagione di vela si chiude con gusto [FOTO]

IlPescara è in caricamento