Giovedì, 17 Giugno 2021
Attualità

Firmata una convenzione tra le Asl di Pescara e Lanciano-Vasto-Chieti per la gestione dei pazienti Covid in terapia intensiva

Le due Asl hanno condiviso la necessità di operare in una logica di integrazione a livello interaziendale dei servizi di assistenza e cura a fronte anche della recrudescenza della pandemia Covid

Un accordo di convenzione è stato firmato tra la Asl 3 di Pescara e la Asl 2 Lanciano-Vasto-Chieti per la gestione di pazienti Covid-19 in terapia intensiva.
Le due Asl hanno condiviso la necessità di operare in una logica di integrazione a livello interaziendale dei servizi di assistenza e cura a fronte anche della recrudescenza della pandemia Covid.

L'obiettivo è quello di garantire una risposta più efficace agli utenti dell’area metropolitana Pescara -Chieti .

L’accordo è stato sottoscritto nella giornata di ieri, lunedì 19 ottobre, dai direttori generali delle due aziende: Tommaso Schael e Vincenzo Ciamponi. Viene regolamentata, sotto il profilo giuridico ed economico, la messa a disposizione, da parte della Asl di Pescara, fino a un massimo di 11 posti letto per pazienti del territorio della Asl di Lanciano-Vasto-Chieti , che necessitino di trattamenti di terapia intensiva a seguito di contagio da Covid-19.

La Asl 2, a sua volta, mette a disposizione 10 infermieri in comando nella Asl di Pescara a proprie spese. L’accordo convenzionale resta valido per tutta la durata dello stato emergenziale, così come deliberato ed eventualmente prorogato dal consiglio dei Ministri.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Firmata una convenzione tra le Asl di Pescara e Lanciano-Vasto-Chieti per la gestione dei pazienti Covid in terapia intensiva

IlPescara è in caricamento