Attualità

"Contro la tratta", a Montesilvano si rinnova la convenzione anti prostituzione

Anche nel 2019 resta in vigore in città il divieto di avvicinamento a prostitute e di concordare prestazioni sessuali. Il plauso del sindaco Francesco Maragno ai volontari: "È un legame saldo, quello che in questi 3 anni abbiamo costruito"

Il progetto "Contro la tratta", che combatte da tre anni il fenomeno della prostituzione e dello sfruttamento, proseguirà anche quest'anno. I risultati conseguiti nel 2018 dai volontari della comunità "Papa Giovanni XIII" sono confortanti. Le uscite settimanali, oltre a scoraggiare clienti, hanno permesso di instaurare un rapporto di fiducia con le giovani donne, prevalentemente straniere, costrette nella maggior parte dei casi dagli aguzzini, a fornire prestazioni sessuali a pagamento.

L'associazione ha attivato un numero di telefono attivo h24 che è stato utilizzato dalle vittime del racket in diverse occasioni. Da qui poi sono iniziati gli incontri a bassa soglia che hanno portato 13 ragazze a seguire un percorso di cambiamento e di vita nuova.

Un lavoro prezioso, sostenuto anche dalla Polizia Locale che, nel corso dell'anno appena concluso, ha disposto 30 ordinanze di Daspo nei confronti di altrettante prostitute e sanzionato automobilisti alla ricerca di piaceri sessuali per un totale di 10.000 euro. Il sindaco Francesco Maragno, a tale proposito, si è così espresso:

"È un legame saldo quello che in questi 3 anni abbiamo costruito con la comunità Papa Giovanni XXIII, ma, cosa ancor più importante, è un rapporto di fiducia quello che i volontari dell’associazione sono riusciti a stabilire con le ragazze vittime del racket della prostituzione, arrivando in taluni casi anche a liberarle dalla schiavitù che vivono ogni giorno".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Contro la tratta", a Montesilvano si rinnova la convenzione anti prostituzione

IlPescara è in caricamento