rotate-mobile
Attualità Montesilvano

Nove sindaci del Pescarese sottoscrivono il "Contratto di fiume" per il Tavo e il Saline: prevista la bonifica della discarica di Villa Carmine

L'accordo è stato firmato a Collecorvino (Comune capofila) ieri, lunedì 19 settembre: Città Sant'Angelo, Cappelle sul Tavo, Elice, Farindola, Loreto Aprutino, Montesilvano, Moscufo e Penne gli altri enti coinvolti

Nove sindaci della provincia di Pescara i cui territori comunali si affacciano sulle sponde del Tavo e del Saline hanno sottoscritto il "Contratto di fiume" nell'antico convento di San Patrignano a Collecorvino.
Si tratta di un documento molto importante che riprende e amplia il precedente, risalente al 2014, al quale avevano aderito allora cinque Comuni, tra i quali già c’era Montesilvano, ricorda il sindaco Ottavio De Martinis.

L’obiettivo di quelle cinque amministrazioni era portare avanti un progetto di riqualificazione e valorizzazione dei due fiumi.

L’importanza di questo obiettivo è diventata, negli ultimi anni, tanto evidente che di Comuni se ne sono aggiunti altri quattro. I nove comuni che hanno firmato oggi il Contratto sono nel dettaglio il capofila Collecorvino, Città Sant'Angelo, Cappelle sul Tavo, Elice, Farindola, Loreto Aprutino, Montesilvano, Moscufo e Penne. La firma del “Contratto di Fiume” sugella quindi un lavoro d’insieme che vede il territorio unito al di là delle caratterizzazioni geografiche montagna/collina/costa o di diverse appartenenze politiche e pone le basi per interventi futuri che speriamo liberino i fiumi da pericoli, per quello che riguarda le aste fluviali, e possano essere premianti per la qualità delle acque e per far sì che il fiume da elemento di criticità passi a essere una grande risorsa.

«Ringrazio Patrizio Schiazza della Regione Abruzzo», scrive De Martinis, «che ha seguito il percorso del “Contratto di Fiume” in questi anni ed era presente anche questa mattina, e il Comune di Collecorvino, che ne è capofila, per l’impegno profuso nel coordinamento di tutta l’operazione. In rappresentanza dell’amministrazione comunale di Montesilvano erano presenti oltre a me anche l’assessore al Turismo e al Demanio, Deborah Comardi, e il presidente della Commissione Turismo, Adriano Tocco. Per quanto riguarda nello specifico la nostra Montesilvano, reputo questa giornata estremamente importante per delineare il futuro del nostro territorio, lambito per molti chilometri dal corso del Saline. Perché gli interventi possibili grazie al “Contratto di fiume” saranno fondamentali anche per il conseguimento della Bandiera Blu, dato che essi mirano a far ritrovare al fiume Saline integrità paesaggistica e ambientale. Ma non solo, dato che nel Contratto è espressamente prevista la bonifica della discarica di Villa Carmine, criticità territorriale che quest’amministrazione intende risolvere non solo con la già finanziata messa in sicurezza, ma soprattutto con l’eliminazione definitiva del problema. Infine, nell’ottica del Pnrr e dei suoi interventi a favore della sostenibilità ambientale, il documento sottoscritto oggi può anche diventare il mezzo per intercettare in maniera più efficace fondi governativi consistenti in misura tale da far rinascere naturalisticamente il corso del Saline».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nove sindaci del Pescarese sottoscrivono il "Contratto di fiume" per il Tavo e il Saline: prevista la bonifica della discarica di Villa Carmine

IlPescara è in caricamento