Attualità

Contagi da Covid in Abruzzo, fondazione Gimbe: "La provincia di Pescara è la peggiore"

Secondo la fondazione che monitora l'andamento della pandemia nel Pescarese i casi sono aumentati del 20 per cento

In Abruzzo tornano ad aumentare i contagi da Covid-19 e la provincia di Pescara risulta essere la peggiore.
Questa la fotografia scattata dalla fondazione Gimbe riguardo all'andamento della pandemia da Coronavirus nella nostra regione.

Sebbene l'occupazione dei posti letto in terapia intensiva e medica in Abruzzo si tenga "sotto soglia di saturazione", dal punto di vista dei contagi nella settimana del 14-20 luglio, il peggioramento c'è stato, come riferisce l'agenzia Dire.

La fondazione Gimbe parla di "performance in peggioramento per i casi attualmente positivi per 100.000 abitanti e si evidenzia un aumento dei nuovi casi rispetto alla settimana precedente". Peggio di tutti la provincia di Pescara che ha visto un incremento del 20% dei casi nelle ultime due settimane e un aumento medio di 50 casi nell'ultima settimana. Sul fronte dei vaccini attualmente nella regione la popolazione che ha completato il ciclo vaccinale è pari 46,9% a cui aggiungere un ulteriore 17,3% solo con prima dose; la popolazione over 80 che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 89,2% a cui aggiungere un ulteriore 2,4% solo con prima dose; la popolazione 70-79 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 75,9% a cui aggiungere un ulteriore 14,7% solo con prima dose; la popolazione 60-69 anni che ha completato il ciclo vaccinale è pari a 67,4% a cui aggiungere un ulteriore 17,1% solo con prima dose; la popolazione over 60 che non ha ricevuto nessuna dose di vaccino è pari a 11,7% (media Italia 12%).

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Contagi da Covid in Abruzzo, fondazione Gimbe: "La provincia di Pescara è la peggiore"

IlPescara è in caricamento