rotate-mobile
Attualità

Nuovo allarme contagi dalla Cgil nelle carceri di Pescara e Chieti: "Accelerare sulle vaccinazioni"

Puglielli e Merola (Fp Cgil) tornano ad esprimere preoccupazione sul fronte dei contagi in particolare negli istituti penitenziari di Pescara e Chieti

Accelerare con le vaccinazioni alla popolazione detenuta e ai lavoratori ultra 55ennei delle carceri abruzzesi. La richiesta arriva da Puglielli e Merola della Fp Cgil Abruzzo, che lanciano l'allarme per il numero ancora alto di contagi negli istituti penitenziari del Chietino e di Pescara, dove la tensione è ancora alta. Complessivamente si registrano 60 detenuti positivi e 20 poliziotti penitenziari:

Teniamo conto della vaccino-profilassi già avviata per le lavoratrici e lavoratori della Polizia Penitenziaria e Funzioni Centrali, dopo diversi nostri appelli, ma bisogna urgentemente vaccinare tutte le comunità penitenziarie al fine di scongiurare alterazioni ed ulteriori focolai, in considerazione della recrudescenza epidemiologica nel territorio abruzzese. 

Le carceri abruzzesi, sottolinea la Cgil, già soffrono di carenze croniche di personale ed in questo periodo la situazione è diventata ancora più drammatica, e per questo si auspica un'accelerazione sulle vaccinazioni e lo stanziamento di risorse, mezzi e personale come anche chiesto dal neo ministro della Giustizia Cartabia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nuovo allarme contagi dalla Cgil nelle carceri di Pescara e Chieti: "Accelerare sulle vaccinazioni"

IlPescara è in caricamento