menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Concorso Attiva, il centrodestra: "Bando da riscrivere"

Secondo i consiglieri di Forza Italia e della Lega il bando pubblicato da Attiva per una serie di assunzioni fra impiegati e netturbini va riscritto in quanto presenta requisiti d'accesso troppo specifici

Annullare il bando esistente e riscriverne uno nuovo per aumentare la platea di potenziali candidati. Il centrodestra comunale, con i consiglieri di Forza Italia e Lega, interviene in merito al bando di concorso pubblicato da Attiva per l'assunzione di varie figure fra cui impiegati, netturbini e capiturno.

CONCORSO ATTIVA, I DUBBI DEI SINDACATI

Secondo i consiglieri, i requisiti richiesti sono troppo specifici ed impediscono l'accesso ad una grossa fascia di potenziali candidati, e per questo il sindaco dovrebbe intervenire bloccando il bando in scadenza il prossimo 11 marzo:

Partiamo dal bando per il lavoro di operatore ecologico che consente la candidatura esclusivamente di coloro che hanno già svolto tale servizio per almeno 6 mesi nell’ultimo triennio, ovvero per aspirare a fare i netturbini a Pescara bisogna dimostrare di avere già un’esperienza acquisita e certificata nell’uso della ramazza e della paletta per raccogliere in modo corretto rifiuti e foglie da strade e marciapiedi. 

Altrettanto assurdi i requisiti obbligatori per l’accesso al bando per il reclutamento di capiturno: da un lato si richiede il possesso del diploma di cinque anni, e fin qui potremmo pure essere d’accordo, ovvero si richiede che chi debba stilare delle relazioni e verbali di servizio sia in grado di farlo almeno in un italiano accettabile. Non comprendiamo invece perché per essere ammesso al bando di capoturno occorra obbligatoriamente essere in possesso di tutte le patenti previste dal codice della strada, ossia B, C, CQC e Carta del Conducente, che non hanno nulla a che vedere con il servizio che poi il capoturno dovrà svolgere, com’è ravvisabile dal bando stesso, che non prevede la guida di alcun mezzo.

Peggio ancora gli avvisi per le varie figure professionali da impiegato: addirittura è richiesta, tra i requisiti specifici obbligatori, un’esperienza di almeno 3 anni di lavoro, maturata nell’arco degli ultimi 10 anni, non in una qualunque società dove si sia svolto un lavoro amministrativo, ma in modo specifico occorre aver lavorato in un’altra società di igiene urbana. 

Per questo, i consiglieri chiedono l'intervento del sindaco per modificare il bando o annullarlo, fornendo linee guida per i requisiti che possano garantire pari condizioni d'accesso a tutti.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento