rotate-mobile
Attualità Montesilvano

Il Comune di Montesilvano aderisce al progetto Alis

La cooperazione vede l'Azienda Speciale e la Fondazione Papa Paolo VI impegnati in questa bella iniziativa di inclusione sociale. Beneficeranno del servizio circa 30 ragazzi affetti da disabilità intellettiva. Le attività inizieranno a gennaio 2019

Dopo l'accordo sottoscritto nei giorni scorsi, il Comune di Montesilvano, tramite l'Azienda Speciale, mette a disposizione dei destinatari del progetto i suoi assistenti sociali e i mezzi di trasporto necessari per raggiungere il centro sportivo Trisi, dove due volte a settimana i ragazzi tra gli 11 e 18 anni affetti da autismo o sindrome di Down andranno a svolgere attività sportive collettive.

Queste, in buona sostanza, le finalità di "Alis", Alleanza per l'Inclusione Sociale, volta a stimolare la socializzazione e ottenere benefici a livello psicologico. L'iniziativa, approvata dal dipartimento per le pari opportunità e finanziata da un contributo ministeriale, è stata illustrata nei dettagli ai genitori interessati e agli insegnanti di sostegno.

Hanno aderito al progetto la Fondazione Papa Paolo VI, l’Asd Parco De Riseis e il Dipartimento di Scienze Psicologiche della salute e del territorio dell’Università d’Annunzio. Beneficeranno del servizio circa 30 ragazzi affetti da disabilità intellettiva. Le attività inizieranno a gennaio 2019.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Comune di Montesilvano aderisce al progetto Alis

IlPescara è in caricamento