rotate-mobile
Attualità

Coronavirus, le novità annunciate dalla Asl al comitato ristretto dei sindaci

A convocare la riunione è stato Carlo Masci, il presidente dell'organismo, e sono state affrontate tematiche ritenute di primaria importanza vista anche l'emergenza sanitaria in atto legata al Covid-19

Riunione del comitato ristretto dei sindaci della Asl di Pescara sul tema Coronavirus oggi pomeriggio a palazzo di città.
A convocare la riunione è stato Carlo Masci, il presidente dell'organismo, e sono state affrontate tematiche ritenute di primaria importanza vista anche l'emergenza sanitaria in atto legata al Covid-19.

Ai lavori hanno partecipato, oltre a Masci, i sindaci di Penne e San Valentino in Abruzzo Citeriore, Mario Semproni e Antonino D’Angelo, il direttore generale della Asl di Pescara, Vincenzo Ciamponi, il responsabile dell’unità operativa complessa Csm (centro salute mentale)- area Pescara, Sabatino Trotta, e il direttore della Uoc di Otorinolaringoiatria dell’ospedale, Claudio Caporale.

I vertici della Asl Pescara hanno fornito importanti rassicurazioni e comunicato rilevanti determinazioni che sono state così sintetizzate:

  • il protocollo di cura Aba, per gli individui con sindrome autistica, sarà esteso anche a quanti sono rimasti fuori dal programma di trattamento che finora ha riguardato un numero di 40 soggetti nel territorio di competenza della Asl;
  • è in via di definizione una procedura alternativa per consentire l’esecuzione dei tamponi (Covid) anche per coloro, con sindrome autistica, che finora per sottoporsi all’esame dovevano essere sottoposti a sedazione;
  • il nuovo blocco del Pronto Soccorso dell’ospedale di Pescara sarà inaugurato prima delle festività natalizie, una volta superate alcune criticità per le quali comunque è stata individuata una soluzione;
  • dal primo di ottobre è stato portato da 225, per sei ore, a 287 per 11 ore, il numero delle sedute mensili di sala operatoria con un significativo incremento del dato quantitativo degli interventi chirurgici che certamente risulterà in aumento rispetto a quello attuale di 12mila annui; con un altrettanto significativa riduzione delle “liste d’attesa”;
  • in queste ore sono stati eseguiti nell’ospedale San Massimo di Penne gli interventi di edilizia richiesti con carattere d’urgenza dal sindaco del capoluogo vestino. 
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, le novità annunciate dalla Asl al comitato ristretto dei sindaci

IlPescara è in caricamento