Il comitato dei parenti delle vittime di Rigopiano: "Non molliamo, continueremo a lottare per avere giustizia"

I parenti delle vittime parlano a margine dell'udienza avvenuta ieri al tribunale di Pescara

Continueranno a lottare per avere giustizia per i loro cari morti nel crollo dell'Hotel Rigopiano i parenti delle vittime che hanno commentato l'udienza che si è tenuta ieri al tribunale di Pescara durante la quale si è deciso di escludere dal processo Provincia, Stato e Comune.

Subito dopo l'udienza, come scrive lo stesso comitato sulla pagina ufficiale Facebook "Rigopiano in attesa del fiore", presi dallo sconforto i parenti delle vittime presenti in aula hanno urlato che per loro il processo finiva oggi:

Adesso, ad alcune ore di distanza da questa ennesima botta, ci sentiamo di urlare a gran voce ed uniti che il processo non è finito, che noi continueremo a lottare per sapere chi sono i responsabili della tragedia che ha distrutto la vita di 29 famiglie.

L’esclusione dei responsabili civili non impedirà di accertare la verità dei fatti e le responsabilità, dunque non ci impedirà di continuare a combattere: il processo Rigopiano non finisce oggi.
Oggi semmai, inizia una nuova fase che affronteremo con ancora maggior vigore, unità e caparbietà; lo dobbiamo ai nostri cari che non ci sono più e lo dobbiamo a tutte noi “vittime viventi” della strage Rigopiano

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il Lotto premia l'Abruzzo: grande vincita ad Avezzano

  • Nuovo Dpcm, scatta la protesta a Pescara: corteo da piazza Muzii fino al Comune

  • SuperEnalotto bacia l'Abruzzo con una maxi vincita: centrato il "5" da 100.375,95 euro

  • Maxi frode e corruzione all'Uoc di Cardiochirugia di Chieti: arresti anche a Pescara

  • Coronavirus, Marsilio firma nuova ordinanza: "Didattica a distanza per scuole superiori e università"

  • La provocazione di un cittadino: "Da domani, in macchina, percorrerò le piste ciclabili"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPescara è in caricamento