L'amarezza e la rabbia del comitato dei parenti di Rigopiano: "Nuovo rinvio dell'udienza sarebbe un'altra beffa"

Il comitato ha pubblicato sulla pagina Facebook una riflessione riguardante il probabile nuovo rinvio dell'udienza preliminare per il processo sul crollo dell'hotel Rigopiano

Rabbia ed amarezza senza fine per i parenti delle vittime della tragedia di Rigopiano, che sulla pagina ufficiale del comitato esprimono delusione per il probabile nuovo rinvio dell'udienza preliminare del processo, che attualmente è fissata al 10 luglio ma a quanto pare sarà rinviata anche per la problematica relativa all'aula dove ospitare l'udienza, considerando le norme di distanziamento sociale per il Coronavirus che di fatto impediscono di utilizzare quella presente al tribunale.

FENIELLO SUL TENTATIVO DI SUICIDIO DI MURIANA

Secondo il comitato, ormai ad oltre tre anni si è in una situazione di stallo inaccettabile, con ancora la decisione pendente sulla riunione dei due filoni d'inchiesta.

La battaglia per la verità in sede processuale è però ferma: e come se ciò non bastasse una serie di rinvii dovuti ad aspetti procedimentali si è aggiunto quello dell’udienza di marzo dovuto all’emergenza Covid, differita al 10 luglio la quale verrà anch’essa verosimilmente rinviata. I familiari hanno fatto tutto ciò che era in loro potere per garantire la celebrazione dell’udienza, hanno cercato e comunicato diverse ipotesi solutive che garantissero sempre il rispetto delle norme sanitarie

Il comitato ricorda anche che il processo su Rigopiano rappresenta un unicum su tutto il territorio nazionale e dunque andavano trovate soluzioni ad hoc uscendo dagli schemi burocratici, parlando di un'ulteriore beffa per chi da tre anni attende di conoscere la verità e lotta con una enorme sofferenza, perchè il conoscere la verità non permetterà comunque di riabbracciare i propri cari morti nel crollo della struttura.

Oggi per il comitato c’è solo sconcerto. Il comitato però non si arrende, continuerà a lottare unito per la verità e la giustizia

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid-19, l'Abruzzo non uscirà dalla zona rossa il 4 dicembre: manca solo l'ufficialità

  • Cosa mangiare per rafforzare le difese immunitarie: 6 alimenti per fare il pieno di energia

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • L'Abruzzo resterebbe zona rossa fino al 10 dicembre in base al decreto, ma Marsilio punta ad anticipare

  • L'Abruzzo rimane zona rossa, tutte le regioni restano nell'attuale fascia di appartenenza

  • Tragedia nel Pescarese, pensionato rimasto vedovo si toglie la vita

Torna su
IlPescara è in caricamento