rotate-mobile
Giovedì, 7 Luglio 2022
Attualità

Recuperata un'altra colomba "nuziale": si era rifugiata in un ufficio della prefettura

A prenderla e metterla in sicurezza sono state la volontaria e attivista Elena Pesce insieme ad altri volontari indipendenti: sette in tutto quelle utilizzate la settimana scorsa per un matrimonio, tre restano disperse, si teme possano essere morte

Elena Pesce e altri attivisti volontari e indipendenti non si sono arresi e alla fine sono riusciti a recuperare anche la quarta delle sette colombe fatte volare di fonte a Palazzo di Città la scorsa settimana, subito dopo la celebrazione di un matrimonio. La chiamata è arrivata dagli uffici della prefettura: è all'interno del palazzo che il volatile ha cercato riparo ed è lì che è stata trovata e messa in sicurezza.

colomba-recuperata1-2

Una buona notizia per l'animale che ora si trova nel Cras (Centro recupero animali selvatici), ma anche per chi opera la dimostrazione che questi animali, nati in cattività, non sanno orientarsi una volta liberi tanto che uno di loro è stato trovato ferito nei giorni scorsi, probabilmente per l'attacco di un gabbiano, con altri tre che mancano all'appello e che si teme siano morti. Dei sette, quattro quindi le colombe “nuziali” recuperate: tre dai volontari e una dall'Enpa e il grido è unanime: porre fine a questa usanza. La stessa Pesce, nei giorni scorsi, aveva annunciato insieme al Paolo Migliaccio del Nucleo guardie giurate volontarie wwf Pescara, l'intenzione di chiedere al sindaco un'ordinanza ad hoc con quest'ultimo che ha parlato anche di responsabilità penali dato che si configurerebbe, sostiene, il reato di abbandono ex art. 727 comma 1 del codice penale.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Recuperata un'altra colomba "nuziale": si era rifugiata in un ufficio della prefettura

IlPescara è in caricamento