rotate-mobile
Mercoledì, 28 Febbraio 2024
Attualità Collecorvino

Anche a Collecorvino il progetto "Sentinelle di civilità" nella scuola secondaria di primo grado

L'associazione Carrozzine Determinate con il presidente Claudio Ferrante è arrivata nella scuola di Collecorvino per sensibilizzare gli studenti sul tema della disabilità e delle barriere architettoniche e sociali

Anche a Collecorvino l'associazione Carrozzine Determinate ha portato il progetto "Sentinelle della civiltà e della felicità" per sensibilizzare le nuove generazioni sul tema della disabilità e delle barriere architettoniche e sociali. Protagonisti gli studenti della scuola secondaria di primo grado come spiega il presidente Claudio Ferrante.

Interessati e partecipi a tutte le attività esperienziali svolte durante le mattinate di progetto, gli studenti hanno interiorizzato e compreso come pregiudizi e parole possano costituire barriere alla partecipazione sociale
delle persone con disabilità al pari delle barriere architettoniche. Seduti in carrozzina e guidati da Claudio Ferrante hanno poi affrontato le difficoltà che l’ambiente crea a tutti coloro che vivono una condizione di
limitazione motoria. La dirigente scolastica Natascia Verzella:

“Un percorso motivazionale ed emozionale, di educazione all’affettività e all’inclusività, alla scoperta della ricchezza della diversità e della peculiarità di ognuno di noi. Empatia significa mettersi nei panni dell’altro ed oserei dire per conoscere meglio anche se stessi. Un sentito ringraziamento all’associazione Carrozzine determinate ed in particolare a Claudio Ferrante per aver presentato il progetto al nostro Istituto. I ragazzi e le ragazze delle classi prime della scuola secondaria di primo grado “G.D’Annunzio” dell’Istituto comprensivo Collecorvino unitamente ai loro docenti sono stati impegnati in questi giorni nelle diverse azioni del progetto. Toccante la restituzione dei lavori prodotti, delle sensazioni provate in questi giorni e riportate con entusiasmo dagli alunni nella giornata conclusiva del progetto a cui hanno partecipato anche i genitori. Un sentito ringraziamento all’amministrazione vomunale, al sindaco Paolo D’Amico, ai volontari della protezione civile, al servizio dei vigili urbani per la partecipazione attiva per la riuscita di questa iniziativa. Il proposito è poter coinvolgere anche nei successivi anni scolastici un numero sempre maggiore di alunni. “Arricchiamoci delle nostre reciproche differenze perché l’unicità e’ il seme della libertà”.

Il sindaco D'Amico:

“Un'occasione di forte crescita per i ragazzi dell'Istituto comprensivo di Collecorvino, che con la passeggiata in carrozzina hanno potuto sperimentare e vivere in prima persona la quotidianità di tutti coloro che non hanno possibilità di camminare, ritrovandosi ad affrontare per alcuni minuti le dinamiche e le difficoltà della quotidianità delle persone con disabilità. Un momento a mio parere di fondamentale importanza per imparare a mettersi nei panni dell'altro, a comprendere le sue necessità e a crescere nell' empatia e nella condivisione delle esperienze e dei vissuti. Un percorso di grande importanza e grande valore del quale ringraziare gli organizzatori e naturalmente il corpo docente”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anche a Collecorvino il progetto "Sentinelle di civilità" nella scuola secondaria di primo grado

IlPescara è in caricamento