rotate-mobile
Venerdì, 21 Giugno 2024
Attualità

L'imprenditrice di Cepagatti Carla Di Michele nell'esecutivo nazionale di Coldiretti Giovani: "Pronta a rappresentare la regione"

Ha 25 anni e dopo la laurea in scienze e tecnologie agrarie con specializzazione in medicina delle piante conseguita a Bologna è nella città che le ha dato i natali che ha aperto la sua impresa con tanto di fattoria didattica: "I giovani possono essere la chiave di volta per una nuova concezione di un futuro sostenibile e responsabile"

“Per me è un onore e motivo di orgoglio entrare nell’esecutivo nazionale di Coldiretti Giovani Impresa in cui mi occuperò con particolare attenzione all’agricoltura sociale. Sarà una esperienza nuova che farò con il supporto e la condivisione del comitato regionale degli under 30 abruzzesi, recentemente costituito ma già solido e determinato. L’agricoltura è un settore fondamentale dell’economia moderna e i giovani possono essere la chiave di volta per una nuova concezione di un futuro sostenibile e responsabile”.

Con queste parole Carla Di Michele, 25enne laureata Bologna in scienze e tecnologie agrarie con specializzazione in medicina delle piante e oggi agronomo e titolare di una impresa agricola multifunzionale ad indirizzo ortofrutticolo con annessa fattoria didattica che ha aperto a Cepagatti, la cittadina dove è nata, è tra i nove imprenditori agricoli italiani under trenta a sedere nel consesso più alto del movimento che riunisce i giovani di Coldiretti, eletti dall’assemblea che si è svolta nel palazzo Rospigliosi di Roma.

“La presenza dei giovani nel settore agricolo è fondamentale – ha detto davanti all'assemblea – a dimostrarlo non è solo la crescita del numero dei giovani agricoltori a livello nazionale ma la tipologia delle aziende che guidano. Si tratta di realtà più grandi e strutturate, specializzate molto spesso e con una forte spinta all’innovazione”.

“Mi auguro di saper rappresentare la nostra regione adeguatamente portando in dote entusiasmo e determinazione soprattutto per quanto riguarda il settore sociale in cui credo fortemente e considero un volano di sviluppo condivisibile – aggiunge – lavorerò in sinergia con Enrico Parisi (neoeletto presidente nazionale di Coldiretti Giovani), che stimo e ho avuto occasione di conoscere negli ultimi anni e di incontrare recentemente durante la visita dei giovani abruzzesi nel Parlamento europeo di Bruxelles”.

All’assemblea elettiva che si è svolta a Roma erano presenti anche i delegati provinciali di Coldiretti Giovani Impresa: per Chieti Guido Di Primio, per Pescara Cristiana Lauriola; per Teramo Leonardo Rocchetti e per L’Aquila Miriana Coccia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'imprenditrice di Cepagatti Carla Di Michele nell'esecutivo nazionale di Coldiretti Giovani: "Pronta a rappresentare la regione"

IlPescara è in caricamento