Coes si dissocia dalla richiesta di contributi per il sostentamento delle attività delle onlus

L'associazione, come si legge in una nota, invita la popolazione tutta a devolvere il proprio contributo a 'Medici Senza Frontiere', "che tanto sta facendo in questo momento cosi delicato e senza chiedere nulla in cambio"

La Co.e.s. Abruzzo (Associazione Conducenti Emergenza Sanitaria), tramite il suo presidente Giuliano Creati, si dissocia da qualsiasi forma di richiesta fondi per il sostentamento delle attività delle onlus.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

L'associazione, come si legge in una nota, invita la popolazione tutta a devolvere il proprio contributo a Medici Senza Frontiere, "che tanto sta facendo in questo momento cosi delicato e senza chiedere nulla in cambio, a differenza di altre pseudo associazioni che non fanno altro che chiedere contributi e scattare foto in zone rosse al solo scopo di pubblicizzarsi. Veramente vergognoso: speriamo solo che chi di competenza intervenga per porre fine a queste nefandezze".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Da Google il report sugli spostamenti degli abruzzesi durante il Coronavirus: il 37% si muove ancora per lavoro

  • Coronavirus: morto a Pescara Nicola Marcantonio, proprietario del castello di Cepagatti

  • Lutto per l'Acqua&Sapone di calcio a 5: morto lo storico sponsor Antonello Bianco

  • Coronavirus, morto 58enne pescarese Antonello Bianco: il ricordo del sindaco Masci

  • Paura al Carrefour di Porta Nuova: accoltellato un portiere [FOTO]

  • Partorire al tempo del Coronavirus, ecco l'esperienza della neo mamma Federica Fusco

Torna su
IlPescara è in caricamento