rotate-mobile
Giovedì, 11 Agosto 2022
Attualità

Human Smart City Index 2022, Pescara al 43esimo posto della classifica delle città "a misura di persona"

La graduatoria segnala le città italiane in base al loro processo di trasformazione in luoghi “a misura di persona”

Pescara è la prima città abruzzese nella graduatoria dell'Ey Human Smart City Index 2022 che classifica le città italiane in base al loro processo di trasformazione in città “a misura di persona”.
La sesta edizione dello Smart City Index di EY analizza le 109 città capoluogo di provincia, classificando il loro sviluppo in termini di investimenti e iniziative del territorio da un lato (readiness) e comportamenti dei cittadini dall’altro, sui tre assi strategici della transizione ecologica, della transizione digitale e dell’inclusione sociale.

Milano si conferma la città in cima alla classifica sia per readiness (86,83 su una scala da 1 a 100) sia per comportamenti dei cittadini (83). Il punto di forza di Milano è legato perlopiù alla transizione digitale, sia per quanto attiene alle infrastrutture (ultra-broadband, 5G e IoT) sia per le competenze dei cittadini e l’utilizzo dei servizi online; segue Bologna, grazie al primato in termini di inclusione sociale (soprattutto per le spese sociali e per il coinvolgimento dei cittadini nella vita pubblica della città), con una readiness particolarmente elevata (86,70); Torino consolida la presenza sul podio – pur passando dal secondo posto del 2020 al terzo posto del 2022 - grazie alla componente legata ai comportamenti dei cittadini (82,32), soprattutto in termini di transazione ecologica.

L’Abruzzo si colloca al quattordicesimo posto della classifica regionale delle “human smart cities”, con Pescara al 43esimo posto, L’Aquila al 73esimo, Teramo al 75esimo e Chieti al’85esimo (tutte in miglioramento rispetto alle posizioni degli anni scorsi). L’Abruzzo appare più forte per i comportamenti dei cittadini (12esimo posto) piuttosto che per readiness delle amministrazioni (14esimo posto) e si colloca più avanti nel processo di transizione ecologica (11esimo posto) e di inclusione sociale (12esimo), mentre mostra punti di debolezza nel percorso legato alla transizione digitale (dove si colloca al 14esimo posto).
«La domanda di città “a misura di persona” sta emergendo in maniera molto forte e anche le aziende si trovano a dover comprendere e gestire l’impatto dei nuovi trend urbani sui loro dipendenti: lo smart working, una nuova visione del lavoro e dei valori a esso legato sono la parte più evidente, ma la maggiore attenzione all’ambiente, il desiderio di spostamenti più sostenibili e un miglior bilanciamento tra lavoro e vita privata sono trend irreversibili. Le città che saranno più capaci e più veloci nel riprogettarsi e nel riqualificare gli spazi residenziali e di lavoro diventeranno più attrattive. La Human Smart City è la città che (ri)progetta infrastrutture e servizi coniugando centralità della persona, innovazione tecnologica e sostenibilità e rappresenta un’opportunità sia per le aziende sia per le amministrazioni locali di attrarre lavoratori e cittadini», commenta Andrea D’Acunto, People Advisory Services leader di Ey in Italia.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Human Smart City Index 2022, Pescara al 43esimo posto della classifica delle città "a misura di persona"

IlPescara è in caricamento