Sabato, 13 Luglio 2024
Attualità

La soprintendenza fa il punto sul cantiere del Circolo canottieri: "Confermata la bontà delle scelte fatte" [FOTO-VIDEO]

Si sta procedendo alla messa in sicurezza dopo la rimozione delle tamponature che avrebbe portato alla scoperta della disgregazione del copriferro. Giusto dunque il tipo di intervento che si è attuato, sottolinea l'ente

Un video, le foto e lo stato dei lavori con l'annuncio che appena sarà possibile aprire il cantiere si farà per “presentare i dettagli del progetto ai tecnici, per raccontare le nostre scelte”. A dirlo parlando dello stato dei lavori del Circolo canottieri che non poche critiche ha attirato a sé, è la soprintendente Collettini.

I lavori in corso nel Circolo canottieri

Il cronoprogramma per il recupero e il restauro dello storico edificio affidato proprio alla soprintendenza Archeologica, belle arti e paesaggio è in corso e si sta procedendo con la demolizione dell'elemento murario del torrino e delle tamponature così come previsto, sottolinea l'ente ribadendo che “le scelte progettuali adottate per il restauro e consolidamento dell’immobile vincolato, sono frutto di studi approfonditi e scelte maturate nel corso dei precedenti tre anni, sono confermate dalle operazioni di cantiere”. “A seguito della rimozione delle tamponature – riferisce - si è rivelata infatti la completa disaggregazione del copriferro della maggioranza dei pilastri e la necessità di operare con urgenza e in sicurezza”.

“Tali scelte – spiega ancora la soprintendenza - sono frutto del confronto con una tipologia strutturale insolita rispetto al tradizionale edificio in muratura, tanto da ritenere necessari confronti continui e valutazioni bilanciate tra l’esigenza di conservazione e la garanzia di sicurezza strutturale. Sono state valutate tutte le alternative progettuali possibili, nell’ottica di raggiungere il primario obiettivo di trasmettere il valore culturale dell’immobile tutelato e salvaguardarne in ogni punto l’integrità formale”.

Quindi la rassicurazione per cui “l’intervento garantirà la conservazione di ogni aspetto formale dell’edificio vincolato, che d’altra parte è il perno delle ragioni di tutela insieme al suo originale uso sportivo”

“L’intervento attualmente in corso da parte della soprintendenza consente oggi di evitarne la demolizione, sorte a cui sarebbe stato destinato l’edificio se l’amministrazione non fosse intervenuta per tempo, anche con scelte incisive e indispensabili a tutela dell’immobile – aggiunge Collettini -, per questa ragione ringrazio i funzionari che hanno avuto il coraggio di lavorare su un progetto tanto complesso, economicamente importante, con la correttezza tecnica che merita”. Quindi l'espressa volontà di aprirlo il cantiere cosa che però sarà possibile solo quando la messa in sicurezza sarà garantita. La priorità adesso, conclude, è quella “di chiudere questa prima fase di lavorazioni, che si concluderà a giorni”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La soprintendenza fa il punto sul cantiere del Circolo canottieri: "Confermata la bontà delle scelte fatte" [FOTO-VIDEO]
IlPescara è in caricamento