rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

Chiude definitivamente il canile di via Raiale, c'è la delibera ufficiale

La struttura che per decenni ha ospitato i cani randagi di Pescara terminerà la sua attività domenica 31 dicembre 2023

Adesso c'è anche la delibera ufficiale approvata dalla giunta comunale di Pescara giovedì 28 dicembre: il canile di via Raiale cesserà di esistere domenica 31 dicembre.
Nell'atto viene ricordato come la deliberazione di giunta comunale numero 2363 del 1989 avesse affidato all'ente scuola edile della provincia di Pescara i lavori di realizzazione di un canile in via Raiale, in prossimità del fiume Pescara.

Ma anche che in seguito dell'esondazione del fiume, avvenuta il 10 aprile 1992, morirono annegati numerosi cani e i manufatti del canile furono completamente allagati e danneggiati.

Inoltre che dopo l’evento alluvionale del 1992, cittadini volontari e associazioni in difesa degli animali allestirono un canile provvisorio in un terreno di proprietà comunale, confinante con l’area dell’ex inceneritore, al fine di svolgere attività di accudimento degli animali. Poi con deliberazione di consiglio comunale 123 del 2003 la gestione del canile provvisorio nell’area dell’ex inceneritore era stata affidata dall’amministrazione comunale all’associazione protezionistica “Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione di Pescara”. Nell'atto pubblico viene inoltre rimarcato che negli anni non sono stati emessi provvedimenti definitivi da parte del Comune di Pescara che abbiano dato l’autorizzazione dell’amministrazione alla realizzazione del canile/rifugio nel luogo dove attualmente è ubicato, determinando di fatto nella stessa area la persistenza di una struttura provvisoria dalle caratteristiche non rispondenti alla normativa vigente, come anche stabilito nella relazione tecnica allegata alla deliberazione di consiglio comunale numero 123 del 2003. E ancora: dato atto che in data 25/06/2018 il servizio veterinario della Regione Abruzzo ha condotto un “audit” sul canile/rifugio in seguito del quale sono emerse diverse “non conformità”, tra le quali la mancanza dell’autorizzazione sanitaria da parte del sindaco per una serie di carenze strutturali; rilevato che in seguito del rapporto di audit regionale del 2018 il dipartimento tecnico del Comune di Pescara ha individuato i lavori necessari a superare le criticità denunciate dall’autorità regionale e a ottenere il conseguimento dell’autorizzazione sanitaria; i lavori di adeguamento del canile, indispensabili per superare la cronica mancanza dei requisiti strutturali all’interno dello stesso, non sono stati mai realizzati dall’amministrazione comunale, a causa di risorse a disposizione risultate insufficienti e delle criticità connesse all’area in cui il canile è ubicato, individuata dal Psda a rischio esondazioni periodiche del fiume Pescara che metterebbero a serio rischio l’incolumità degli animali; considerato che nel dicembre 2022 è stato condotto un ulteriore audit nel canile/rifugio provvisorio da parte del servizio veterinario della Regione Abruzzo e anche in questa circostanza il riscontro è stato negativo sia in termini di superamento delle criticità evidenziate nel precedente controllo, sia nella formalizzazione di un programma di intervento volto a rimuovere le non conformità e a creare i presupposti per il rilascio dell’autorizzazione sanitaria; considerato che in assenza di interventi strutturali sul canile/rifugio provvisorio, in data 18 settembre 2023, con nota protocollata numero 77523, il servizio veterinario della Asl ha prescritto il trasferimento dei cani attualmente presenti all’interno del canile/rifugio di via Raiale in un’altra struttura autorizzata ai sensi della legge regionale numero 47/2013 o il perfezionamento di pratiche d’adozione degli stessi, entro e non oltre il 31 dicembre 2023, ponendo altresì il divieto di effettuare nuove introduzioni di cani all’interno del canile/rifugio di via Raiale a Pescara dopo la data del 31 dicembre 2023.

Nella delibera si legge ancora: «Tenuto conto che il provvedimento prescrittivo del 18 settembre 2023 è scaturito anche dalla non conformità nella gestione della “movimentazione” in entrata e in uscita dei cani ospitati nel canile/rifugio, nonostante la diffida all’introduzione di nuovi animali all’interno dello stesso da parte del servizio veterinario della Asl dopo la data del 31 dicembre 2022; dato atto che l’amministrazione è tenuta a rispettare le prescrizioni della Asl contenute nella disposizione numero 77523 del 18 settembre 2023, per non incorrere nelle sanzioni amministrative di cui all’articolo. 26 della legge regionale numero 47/2013 ed evitare anche il ricorso all’autorità giudiziaria da parte della Asl di Pescara; Vista la nota protocollata numero 233471/2023 con la quale i coordinatori delle aree città vitale, città vivibile e città intelligente hanno motivato le ragioni per le quali non è possibile adeguare la struttura provvisoria del canile e trasformarla in struttura definitiva; considerato che il coordinatore dell’area città vitale ha comunicato che il trasferimento dei cani attualmente presenti all’interno del canile/rifugio di via Raiale sarà completato entro il 31 dicembre, in ottemperanza alla misura prescrittiva adottata dal dipartimento di prevenzione della Asl di Pescara, e ha invitato la struttura tecnica del Comune a voler assumere i necessari provvedimenti consequenziali di propria competenza relativi alla chiusura del canile».

La giunta comunale ha ritenuto necessario: dover provvedere a chiudere definitivamente il canile provvisorio di Via Raiale, in seguito del trasferimento degli animali presenti in altre strutture private già individuate; dover rimuovere i manufatti e le strutture presenti nel canile provvisorio da smantellare, al fine di garantire il corretto deflusso delle acque del fiume Pescara in caso di esondazioni; considerato che la “Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione di Pescara” ha chiesto all’amministrazione comunale di poter prelevare dal canile provvisorio tutto il materiale recuperabile (tettoie, reti, cancelli, pali, ecc.) al fine di riutilizzarlo in altri siti; Ritenuto opportuno mettere a disposizione della “Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione di Pescara”, preposta alla tutela e al benessere degli animali, i box e i manufatti del canile provvisorio per fare in modo che gli stessi possano essere impiegati per l’accudimento degli animali in altre strutture; con voto unanime favorevole, espresso nelle forme di legge, la giunta comunale guidata dal sindaco Carlo Masci delibera di assumere la narrativa quale parte integrante e sostanziale della presente deliberazione; di chiudere definitivamente, per le motivazioni sopra espresse, il canile provvisorio di via Raiale, in seguito del trasferimento degli animali presenti in altre strutture già individuate; di consentire alla “Lega Nazionale per la difesa del cane Sezione di Pescara” di prelevare i box e i manufatti del canile provvisorio di via Raiale per impiegarli nell’accudimento degli animali in altri siti; di demandare al settore Lavori Pubblici gli adempimenti amministrativi propedeutici allo smantellamento della struttura provvisoria esistente; di trasmettere la presente deliberazione al dipartimento di prevenzione della Asl di Pescara.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chiude definitivamente il canile di via Raiale, c'è la delibera ufficiale

IlPescara è in caricamento