rotate-mobile
Attualità

La Soprintendenza ha un nuovo dirigente: è l’archeologa Chiara Delpino

Nominata nuovo dirigente della Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Chieti e Pescara. Prende il posto dell’architetto Cristina Collettini

La Soprintendenza archeologia belle arti e paesaggio per le province di Chieti e Pescara ha un nuovo dirigente: è l’archeologa Chiara Delpino.

Nominata lo scorso 16 maggio e in servizio da mercoledì 22 nell’ufficio di via degli Agostiniani, il nuovo dirigente sostituisce l’architetto Cristina Collettini che conserva il suo incarico sulle province di L’Aquila e Teramo.

Archeologa di formazione, Chiara Delpino vanta un’ampia esperienza negli uffici del Ministero della cultura. Dopo 11 anni di esperienza come assistente tecnico nel museo nazionale romano, nel 2012, a seguito di concorso pubblico, inizia il suo percorso come funzionaria archeologa, dapprima nella Soprintendenza  archeologica delle Marche e poi presso la Soprintendenza Abap per le province di Frosinone, Latina e Rieti. Nel suo curriculum ha una lunga lista di campagne di scavo sull’intero territorio nazionale, come direttore scientifico e coordinatore e anche di ricerche subacquee.

“Sono entusiasta di questo primo incarico dirigenziale in Abruzzo - dichiara la Soprintendente Delpino -.È un territorio culturalmente ricco, diversificato e stimolante per ogni profilo della tutela. Un paesaggio di valore che varia dalla montagna a me cara fino alla meravigliosa costa dei trabocchi, passando per il paesaggio agricolo e collinare, plasmato dalla continua interazione tra l’uomo e lo spazio naturale. Un territorio caratterizzato da testimonianze pre-e protostoriche importanti, insediamenti di origini antiche, come Chieti, fino alla contemporanea Pescara. Nella prima fase avrò bisogno di conoscere il personale e avvicinarmi alle tematiche già avviate dalla Soprintendenza e, al più presto, vorrei entrare in contatto con i territori con i quali credo sia indispensabile una stretta collaborazione"

“Alla soprintendente Delpino auguro un buon lavoro - il commento della soprintendente Cristina Collettini - sono certa che potremo garantire continuità sui temi già avviati e costruire un rapporto solido tra le due Soprintendenze regionali. L’Ufficio di Chieti è un fiore all’occhiello del nostro Ministero e sono certa riusciranno a fare un ottimo lavoro".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Soprintendenza ha un nuovo dirigente: è l’archeologa Chiara Delpino

IlPescara è in caricamento