Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Cerca casa in affitto a Pescara e dintorni ma le viene chiesto se sia italiana, caso di discriminazione accaduto a una ragazza

È quanto si è vista rispondere Mania Mehrabi in una chat Whatsapp nella quale stava chiedendo informazioni riguardo a un appartamento

Anche se siamo nel 2020 e anche se viviamo in un mondo ormai globalizzato da tempo, dove i bambini di ogni razza ed etnia crescono insieme in diversi Paesi di questa Terra, capita ancora che si chieda, a una ragazza alla ricerca di una casa in affitto a Pescara e dintorni, se sia italiana.
È quanto si è vista rispondere Mania Mehrabi, tecnico internet di 33 anni, in una chat Whatsapp nella quale stava chiedendo informazioni riguardo a un appartamento.

All'improvviso l'inaspettata domanda: «Lei è italiana?». Come se la nazionalità fosse un titolo preferenziale. 

La risposta della 33enne, nata in Iran ma che vive in Italia da quando ha 6 mesi che ha deciso di condividere su Facebook la conversazione, è stata netta: «Le sembra appropriata questa domanda?». A trarre in inganno il locatore è stata la superficialità nel valutare il nome e cognome di chi chiedeva informazioni di una persona non italiana nonostante scrivesse in modo molto chiaro e corretto.
«Su WhatsApp», racconta la 33enne, «anche se non hai un numero memorizzato, puoi decidere che nome mettere. E io ho inserito il mio nome e cognome sulle impostazioni. Non so se possa essere o meno un requisito preferenziale, non siamo arrivati a quella parte del discorso perché il signore mi ha bloccata ma a prescindere da dove volesse andare a parare, già la domanda è tendenziosa e inopportuna. Al massimo posso aspettarmi che mi chieda se ho un contratto, domande che riguardino l'affidabilità e la capacità di sostenere un canone di locazione. Intendo dire che non so se il signore intendesse con quella frase che l'essere italiana fosse un requisito fondamentale. Ma comunque è una domanda anacronistica per i tempi in cui viviamo. Assolutamente niente di particolarmente sconvolgente. Ho reputato semplicemente inappropriata la domanda/frase». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cerca casa in affitto a Pescara e dintorni ma le viene chiesto se sia italiana, caso di discriminazione accaduto a una ragazza

IlPescara è in caricamento