menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Caso "Le Naiadi", Serraiocco: "Vicino accordo con la piscina di Chieti per i 130 bambini"

A farlo sapere è l'amministratore della società sportiva Vincenzo Serraiocco, dopo l'apposizione dei sigilli allo storico centro sportivo

Si apre un piccolo spiraglio per i 130 bambini e ragazzi tesserati nel settore Propaganda della Sport Life che si allenavano nelle piscine "Le Naiadi" di Pescara.
A farlo sapere è l'amministratore della società sportiva Vincenzo Serraiocco, dopo l'apposizione dei sigilli allo storico centro sportivo.

Questo quanto fa sapere Serraiocco:

«Stiamo lavorando in queste ore a una soluzione, affinché si possa garantire lo svolgimento delle attività sportive, sospese alle piscine Le Naiadi per la nota chiusura dell'impianto, a tutti i tesserati del settore Propaganda della Sport Life. Entro qualche giorno annunceremo la soluzione che prevede, grazie all'accordo con la Teate Servizi che gestisce per contro del Comune di Chieti la piscina teatina (con la Sport Life che si occupa della parte agonistica) per trovare degli spazi vasca, al fine di poter garantire la ripresa delle attività per i nostri ragazzi del settore Propaganda che per cause, non dipendenti dalla nostra società e dalla nostra volontà, hanno dovuto interrompere la pratica agonistica. Ringrazio la Teate Servizi per la sensibilità dimostrata e spero che già dalle prossime ore i nostri ragazzi possano tornare alla pratica sportiva». 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPescara è in caricamento