rotate-mobile
Giovedì, 29 Febbraio 2024
Attualità

La "Casa Ail" dei pazienti oncologici ha bisogno di migliorie e tutti possono dare il loro contributo

Lanciato il progetto "Fai risplendere Casa Ail" con il patrocinio di Confindustria per apportare migliorie alla struttura inaugurata nel 2009 e che rappresenta un luogo di comfort per chi combatte battaglie tanto difficli

E' di 21 nuove reti singole, 30 zanzariere, 10 mobili specchiera per il bagno, la tinteggiatura delle zone comuni e 13 decoder oltre alla sostituzione del piano in acciaio della zona cucina e l'attivazione del wi-fi con amplificatori e ripetitori per garantirlo in tutta la struttura che la Casa Ail di Pescara ha bisogno. Una spesa complessiva di 20mila euro cui tutti possono dare il loro piccolo contributo. Questo lo scopo del progetto “Fai risplendere Casa Ail” promosso dalla sezione pescarese dell'associazione italiana contro le leucemie, il linfoma e il mieloma con il patrocinio di Confindustria Chieti-Pescara. L'obiettivo è migliorare il confort per i pazienti che affrontano percorsi tanti complessi.

“Da quando Casa Ail è stata inaugurata, nel giugno del 2009, abbiamo sempre cercato di renderla più accogliente e funzionale – spiega il presidente di Casa Ail Domenico Cappuccilli -.Ora si rendono necessari alcuni lavori per migliorare la qualità della vita dei pazienti che ospitiamo e dei familiari che li affiancano nei periodi di terapia. Contiamo sulla generosità dei nostri sostenitori, che ci affiancano nelle campagne di solidarietà e che spero vogliano aiutarci anche in questa occasione con un contributo. Chi desidera partecipare al progetto può contattare direttamente i nostri volontari in Casa Ail, allo 085 2056234. Ringrazio, in modo particolare, Confindustria che patrocina l’iniziativa e che provvederà a diffondere il contenuto tra gli associati”.

“Dopo l’emergenza del coronavirus che ci ha visto impegnati con una imponente raccolta fondi per far fronte al picco della crisi, abbiamo voluto continuare ad esprimere la vicinanza del sistema delle imprese alle associazioni, che si dedicano alla cura dei malati e ad alleviare le sofferenze anche del contesto familiare in cui purtroppo malattie terribili come leucemia e tumore continuano a verificarsi – aggiunge Silvano Pagliuca, presidente di Confindustria Chieti-Pescara -. È un momento di difficoltà per la società abruzzese impegnata a fronteggiare molte crisi: credo sia nostra responsabilità intervenire in prima persona per dare un contributo e un supporto per alleviare le difficoltà delle persone malate. Siamo quindi orgogliosi di essere a fianco di questa associazione per supportare il progetto Casa Ail. Faccio quindi appello alla generosità delle tante aziende associate, che potranno contribuire non solo con donazioni ma anche con la loro esperienza e i loro prodotti per rendere ancora più accogliente la struttura. Non si tratta solo di far arrivare beni e prodotti, che sono necessari e tangibili, ma soprattutto di offrire un segno di gentilezza e speranza per le tante situazioni di sofferenza che, a volte invisibilmente, vivono vicino a noi”.

Casa Ail “Giuseppe Ferrigni” è una struttura realizzata dalla sezione di Pescara ed è stata inaugurata il 21 giugno 2009. E' moderna e confortevole, ma ora ha bisogno di qualche miglioria che tutti possono contribuire a realizzare.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La "Casa Ail" dei pazienti oncologici ha bisogno di migliorie e tutti possono dare il loro contributo

IlPescara è in caricamento