Martedì, 16 Luglio 2024
Attualità

Brandelli (Aca) sulla crisi idrica nel Pescarese: "Siamo al lavoro per cercare di arginare una situazione critica"

Abbiamo raggiunto il presidente dell'Aca Giovanna Brandelli per fare il punto della situazione in merito alla crisi idrica e alle chiusure della fornitura previste per le prossime settimane

Sarà un mese di luglio difficile e con una situazione critica sul fronte della crisi idrica e delle chiusure delle forniture nel Pescarese. Lo ha fatto sapere il presidente dell'Aca Giovanna Brandelli, raggiunta da IlPescara.it per fare il punto della situazione per le prossime settimane che, come ha spiegato la Brandelli, se non ci dovessero essere precipitazioni significative resterà critica ed anzi non si possono escludere razionalmetni ancora più frequenti e incisivi della fornitura d'acqua per gli utenti.

"La situazione è critica nonostante i nostri interventi che tentano di arginare una crisi che ormai va avanti da mesi e che avevamo già annunciato in primavera facendo le prime stime per la stagione estiva in corso, periodo in cui per ovvi motivi aumenta sensibilmente l'uso e il consumo dell'acqua. L'Aca ha avviato l'acquisto di forniture idriche dal gestore Ruzzo del Teramano, ed ha ottenuto dalla Regione l'apertura di un pozzo straordinario. Ma nonostante questi interventi, a causa della siccità e della mancanza di precipitazioni, nelle prossime settimane proseguiranno gli interventi di riduzione della portata e chiusure nelle ore notturne. Basti pensare che l'acquedotto Giardino ha una portata in condizioni normali di 1300 litri, mentre adesso siamo sui 900. "

Il presidente poi ha ricordato che l'Aca sta informando con largo anticipo e con capillarità sia sul sito web che sulla pagina ufficiale Facebook delle chiusure programmate e riduzioni di portata d'acqua, in modo che i cittadini possano essere sempre preparati ai disagi dovuti a questi inevitabili interventi:

"Come ha ribadito la prefettura, fondamentale è da parte nostra informare i cittadini e voglio anche ricordare che è stato riaperto il bando relativo ai fondi a disposizione da poter richiedere per installare l'autoclave. Questi dispositivi, infatti, sono cruciali soprattutto in questi periodi di carenza idrica in quanto permettono ai cittadini di essere autonomi durante le ore di chiusura e riduzione della portata. I fondi a disposizione non sono molti ma sono comunque una misura di sostegno utile per la collettività"

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brandelli (Aca) sulla crisi idrica nel Pescarese: "Siamo al lavoro per cercare di arginare una situazione critica"
IlPescara è in caricamento