rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Attualità

"Baby boom" all'ospedale di Pescara: venti bambini nati in 48 ore

Il Nido ne ospita attualmente 34 se si aggiungono i piccoli venuti al mondo dal 19 al 23 gennaio (data di aggiornamento del dato fornito dalla Asl). La soddisfazione dell'Azienda sanitaria per la conferma di quello di Pescara come primo Punto nascita d'Abruzzo e tutti i servizi a disposizioni di mamme e neonate per accompagnarli nei primi mesi della loro bellissima storia

Venti bambini nati nelle ultime 48 ore all'ospedale di Pescara per un totale di 34 se si aggiungono i piccoli venuti al mondo dal 19 gennaio a oggi (martedì 23 gennaio). Un vero e proprio “baby boom” nel nido del presidio sanitario che conferma, sottolinea la Asl che riferisce il dato, come quello di Pescara sia il Punto nascita con il maggior numero di nati in Abruzzo.

“La stretta collaborazione tra le unità operative di Ostetricia e Ginecologia diretta dal dottor Maurizio Rosati, di Neonatologia-terapia tntensiva neonatale e Nido, diretta dalla dottoressa Susanna Di Valerio e di gestione del blocco operatorio-servizio di Partoanalgesia diretto dalla dottoressa Maria Rizzi, consente un’ottima assistenza a mamma e neonato dalle prime fasi della gravidanza al momento del parto e del puerperio”, sottolinea quindi l'Azienda sanitaria locale.

“Personale specializzato e dedicato come ginecologi, ostetriche, neonatologi, infermieri ed oss – prosegue la nota Asl - garantiscono un’assistenza multidisciplinare con ambulatori dedicati sia alle gravidanze fisiologiche che a quelle a rischio”.

Mamme e piccoli sono dunque tutti in buona salute e accolti e accompagnati al Rooming-in per favorire l’allattamento naturale con anche assistenza nell’avvio delle competenze genitoriali. Cosa questa per cui vengono supportati dal personale dedicato del Nido e del Puerperio.

Non mancano ovviamente l'assistenza infermieristica e ostreticia che, insieme alla presenza di percorsi post-dimissione sia in ospedale che sul territorio, li accompagnano nei primi mesi di vita a testimonianza, tiene a sottolineare la Asl, “dell’impegno del personale sanitario per la salute della donna e del bambino”.

“L’augurio è che questi numeri possano continuare anche nei prossimi mesi – conclude la nota -, a confermare la consapevolezza che la nascita di un bambino rappresenta davvero la più grande ricchezza su cui vale sempre la pena investire”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Baby boom" all'ospedale di Pescara: venti bambini nati in 48 ore

IlPescara è in caricamento