Giovedì, 18 Luglio 2024
Attualità

Bussi e non solo: in Italia 240mila ettari di terreno da bonificare, dell'importanza di farlo se ne parla al convegno Tre Monti

Sarà la Provincia di Pescara a ospitare la due giorni del convegno “Natura e comunità: la rigenerazione del territorio, chiave di sviluppo sostenibile” organizzato dalla società che proprio della bonifica del Sito di interesse nazionale abruzzese si sta occupando

Prende il via domani a Pescara la due giorni di incontri intitolata “Natura e comunità: la rigenerazione del territorio, chiave di sviluppo sostenibile” organizzata per il secondo anno dalla società Tre Monti, quella impegnata nelle attività di risanamento all’interno del Sin di Bussi sul Tirino che gode dell’alto patrocinio della Regione Abruzzo, del patrocinio della Provincia di Pescara, di RemTech Expo- Hub tecnologico ambientale (Ferrara Expo), del commissario straordinario per la realizzazione degli interventi necessari all’adeguamento alla normativa vigente sulle discariche abusive, di Confindustria Cisambiente e in collaborazione con Greenthesis, Acr Reggiani (Gruppo Herambiente), Edison e Società Chimica Bussi.

L'evento si svolgerà il 2 e 3 luglio nella Sala Tinozzi della Provincia di Pescara.

In Italia, le aree oggetto di potenziali interventi di risanamento ammontano a più di 240mila ettari, tra Siti di interesse nazionale (Sin), Siti di interesse regionale (Sir) e siti orfani. Ad oggi, secondo lo studio Ispra “Lo stato delle bonifiche dei siti contaminati in Italia” 2023, il 61 per cento dei procedimenti è ancora in fase di notifica, il 19% per cento è in fase di bonifica e il 20 per cento in fase di modello concettuale.

“Il risanamento del territorio rappresenta il primo, fondamentale tassello di un percorso che consente di ridare vita alle aree industriali dismesse o compromesse e che ha sempre più valore nelle strategie di sviluppo sostenibile – sottolinea la società Tre Monti in vita della due giorni di incontri -. La rigenerazione territoriale consente infatti l’integrazione di elementi naturali all’interno dei paesaggi produttivi, valorizzando i servizi ecosistemici forniti dagli spazi verdi, ma consente anche il recupero di funzionalità senza nuovo consumo di suolo, migliorando la qualità di vita delle persone e la resilienza dei territori”.

Ricevi le notizie de IlPescara su Whatsapp

Obiettivo del convegno è quindi quello di coinvolgere istituzioni, professionisti, esperti ed enti locali in una riflessione sul risanamento e la rigenerazione del territorio come elementi che permettono di cogliere le opportunità della transizione ecologica, avendo come riferimento l’agenda di sviluppo sostenibile della comunità internazionale, che incoraggia percorsi partecipativi trasparenti e condivisi tra stakeholder, amministrazione pubblica e società civile.

“Il risanamento del territorio – dichiara Pier Giuseppe Biandrino Evp Legal and corporate affairs Edison e presidente Tre Monti – se realizzato attraverso un percorso partecipato dagli stakeholder, diventa l’occasione per chi propone il progetto, la comunità locale e le istituzioni coinvolte di definire insieme la destinazione di un’area, in modo coerente agli indirizzi di sviluppo territoriali. In particolare, le aree industriali dismesse, dopo essere state risanate, possono essere recuperate in chiave di sostenibilità ambientale, evitando nuovo consumo di suolo e creando nuove opportunità di sviluppo e rilancio delle comunità”.

“Ringrazio la società Tre Monti per questa iniziativa – aggiunge il Presidente dalla Provincia di Pescara Ottavio De Martinis -. È determinate guardare al processo di rigenerazione di un territorio attraverso una progettualità lungimirante. Questo evento è importante non solo per parlare di interventi di risanamento ambientale all’interno della nostra provincia, ma anche per riattivare risorse ed energie di un territorio, alla ricerca di un nuovo equilibrio tra conservazione e sviluppo e per lo sviluppo di attività turistiche capaci di valorizzare il territorio stesso. Questi elementi sono determinanti per una collaborazione proficua tra i vari soggetti coinvolti”.

“Organizziamo questo appuntamento dedicato alla rigenerazione territoriale per il secondo anno – conclude Damiano Belli Amministratore Delegato Tre Monti – nella convinzione che condividere con il territorio una riflessione su obiettivi e modelli di risanamento sia di fondamentale importanza. E l’Abruzzo, dove siamo impegnati all’interno del Sin di Bussi sul Tirino, è per noi una regione emblematica per riaffermare la bontà di una sinergia tra attori pubblici e privati, finalizzata a realizzare percorsi virtuosi, a beneficio della collettività”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bussi e non solo: in Italia 240mila ettari di terreno da bonificare, dell'importanza di farlo se ne parla al convegno Tre Monti
IlPescara è in caricamento