Azione Civile condanna l'atto intimidatorio ai danni di un residente di Rancitelli: "Stop all'omertà"

Il presidente e fondatore Ingroia condanna l'episodio avvenuto l'altra notte con il danneggiamento della vettura di un cittadino appartenente al comitato di quartiere

Dura condanna di Azione Civile Abruzzo e del presidente e fondatore nazionale Ingroia, in merito all'atto intimidatorio dell'altra notte ai danni di un residente del Ferro di Cavallo in via Tavo, al quale ignoti hanno gravemente danneggiato l'automobile. L'associazione parla di un atto di gravità inaudita, che dimostra come i cittadini onesti e coraggiosi di Pescara siano costretti ogni giorno a vivere in un clima di paura ed omertà a causa dei sistemi criminali locali che controllano il territorio.

Contro il narcotraffico, il racket, le estorsioni e ogni violenza criminale non è accettabile nessuna indecisione e nessun tentennamento, i cittadini devono denunciare e non arrendersi e tutte le istituzioni devono essere in campo ogni giorno, senza indugi, con azioni incisive ed efficaci.

Non è possibile che in questi mesi, tranne il comitato e ben poche altre voci (tra cui la nostra), hanno denunciato e si sono schierati contro lo sfregio all’interesse pubblico, la violazione di tutte le norme anti-contagio e le sfide di certe famiglie (anche se probabilmente sarebbe più giusto chiamarle clan), a partire dai fuochi d’artificio che si vedono e sentono anche a decine di chilometri e in comuni limitrofi.

L'associazione incalza anche istituzioni e forze dell'ordine ad agire per la sicurezza dei cittadini e il rispetto delle regole di convivenza civile, con l'Abruzzo che non può continuare a vivere immobile e silente, senza reagire ai clan, mafie e famiglie. Un territorio definito "camomilla" che dev'essere relegato al passato, dimostrando invece forza e coraggio nelle reazioni.

Ribadiamo il nostro sostegno a coloro che, autenticamente e coraggiosamente, denunciano tutto questo e lottano perché possa esserci la sacrosanta svolta e il nostro impegno in prima fila, contro ogni sopruso, illegalità, ingiustizia, mafia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esplosione e forte boato al confine fra Pescara e Montesilvano: sul posto i vigili del fuoco

  • "Il caffè è compagnia, così non si può lavorare": bar di Montesilvano preferisce chiudere

  • Covid, dal 29 novembre cambiano i colori delle Regioni: l'Abruzzo resterà zona rossa almeno fino al 3 dicembre

  • Addio a Guido Filippone, Cepagatti piange il suo "Barone"

  • Uomo ritrovato morto nella sua stanza dal padre anziano, tragedia in viale Bovio

  • Diego Armando Maradona e l'Abruzzo, ecco la foto con lo chef Quintino Marcella

Torna su
IlPescara è in caricamento