rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Attualità

Buoni per i servizi della prima infanzia e le donne incinte: pubblicato il bando del Comune di Spoltore

La misura rientra nel Piano famiglia e riguarda i Comuni di tutto l'ambito distrettuale: ecco chi può accedervi e come fare domanda per ottenerli

Pubblicato dal Comune di Spoltore l'avviso per chiedere l'erogazione dei buoni servizio e fornitura previsti dal Piano famiglia 2021 previsti come rimborso legato alle spese sostenute compreso tra il primo gennaio 2022 e la pubblicazione dell'elenco degli ammessi. Si tratta di misura finalizzata a sostenere la natalità agevolando le famiglie nella fruizione dei servizi per la prima infanzia e sostenere le spese per i beni di prima necessità per il bambino o la madre incinta. L'adesione è aperta a tutto l'ambito distrettuale per cui domanda potrà essere fatta dai cittadini, oltre che di Spoltore, anche di Brittoli, Cappelle sul Tavo, Catignano, Cepagatti, Città Sant'Angelo, Civitaquana, Elice, Moscufo, Nocciano, Pianella, Rosciano. Testo integrale e modello di domanda sono sul sito istituzionale. L'avviso è riservato a persone il cui nucleo familiare ha un Isee non superiore agli 8mila euro.

Sono previste due tipologie di buoni: i buoni servizio, utilizzabili per il pagamento di servizi come la ludoteca (da 6 a 36 mesi) o di servizi integrativi al nido; i buoni fornitura per l'acquisto di beni di prima necessità per bambini da 0 a 3 anni. Complessivamente sono previsti 111 buoni: non è possibile richiedere più di un buono. Il termine per le domande, che anche i residenti di altri comuni devono inviare all'ufficio protocollo di Spoltore, è il 31 maggio 2022. “Assumere la titolarità della gestione dei servizi dell'ente d'ambito sociale è stata una delle scelte importanti di quest'amministrazione - dichiara l'assessore delegato Roberta Rullo - .Il Piano famiglia è uno dei tanti progetti che i nostri uffici gestiscono quotidianamente e per questo li ringrazio. La gestione allargata all'area metropolitana di questi servizi permette di distribuirli meglio, rapportandosi alle effettive necessità della popolazione: in questo caso infatti, eventuali buoni non assegnati verranno comunque erogati a famiglie di altre comuni che fanno parte dell'ambito e aventi diritto”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Buoni per i servizi della prima infanzia e le donne incinte: pubblicato il bando del Comune di Spoltore

IlPescara è in caricamento