Mercoledì, 20 Ottobre 2021
Attualità

Autobus Pescara-Roma, terminal spostato ad Anagnina? È polemica

Maurizio Di Nicola, consigliere regionale con delega ai Trasporti, ha chiesto un incontro con la sindaca Raggi: "Siamo contrari alla delocalizzazione". Il gestore Tibus: "Si spendono 624mila euro inutilmente, perché non una gara o il project financing?"

È polemica dopo la notizia che l'autobus Pescara-Roma potrebbe cambiare terminal di arrivo, con lo spostamento dall'attuale autostazione 'Tibus' di Tiburtina ad Anagnina. Maurizio Di Nicola, consigliere regionale con delega ai Trasporti, ha chiesto un incontro con la sindaca della Capitale, Virginia Raggi, sull'eventuale delocalizzazione per i veicoli adibiti alle linee di tpl interregionali, nazionali e internazionali.

Poiché l'assessore alla Mobilità del Comune di Roma, Linda Meleo, ha puntualizzato che "l'individuazione dell'area di Anagnina è una soluzione temporanea", si chiede alla Raggi di "conoscere le tempistiche del periodo di transizione, stante la contrarietà di Regione Abruzzo a questa decisione". 

Da registrare anche la reazione di Giovanni Bianco, presidente di Tibus, cioè il gestore del Terminal della stazione Tiburtina:

"Abbiamo letto la nota dell'assessore Meleo con la quale precisa che l'autostazione Tiburtina rimarrà in via Guido Mazzoni mentre il progetto di 'delocalizzazione' ad Anagnina costituirebbe solo una soluzione provvisoria e non alternativa. Perché spendere 624.000 euro di denari pubblici per un'opera sostanzialmente inutile ad Anagnina per stessa ammissione dell'assessore? Perché non è stata avviata la procedura di gara per la gestione dell'autostazione Tiburtina, come peraltro più volte suggerito dalla stessa Tibus? Perché non si è nemmeno preso in considerazione il project financing del valore di 6 milioni proposto ormai due anni orsono?". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Autobus Pescara-Roma, terminal spostato ad Anagnina? È polemica

IlPescara è in caricamento