rotate-mobile
Attualità

A venticinque autisti del 118 l'attestato di qualifica per gli interventi in strade impervie e innevate

Anche l'assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì alla consegna avvenuta al termine del corso di formazione organizzato dal dottor Aurelio Soldano

Venticinque attestati per altrettanti autisti del 118 che hanno partecipato al corso di guida avanzato per intervenire in piena sicurezza anche quando bisogna attraversare zone impervie e innevate. A consegnarglieli sono stati l'assessore regionale alla Sanità Nicoletta Verì, il direttore generale della Asl Vero Mitichelli, il direttore sanitario Rossano Di Luzio e il direttore del dipartimento urgenza emergenza Aurelio Soldano.

Il corso gli autisti del 118 lo hanno svolto dal primo al 6 febbraio nella pista del circuito di SnowDriving di Roccaraso, in località Valle del Freddo e ha un duplice scopo: in primis quello di intervenire in sicurezza, e in secondo luogo anche quello di garantire la loro presenza anche nelle situazioni più complesse perché il loro intervento è fondamentale quando si tratta di salvare una vita.

Ad organizzarlo il corso è stato Soldano che è anche direttore dell'unità operativa complessa Servizio di urgenza ed emergenza medica (Seuem) 118 e dal 2022 direttore della Easc (Emergency advanced simulation center) individuato dalla Regione Abruzzo come centro di riferimento regionale per l'organizzazione e la certificazione di corsi di guida sicura per autisti dei Mezzi di soccorso. Un corso di alta formazione quello svoltosi a Roccaraso dunque, che ha consentito ai partecipanti di acquisire conoscenze teoriche e pratiche tali da affrontare in sicurezza la guida del mezzo di soccorso in ambiente impervio e innevato. “Guidare mezzi di emergenza in sicurezza è fondamentale – rimarca quindi la Asl -, ma la guida dei mezzi sanitari deve tener conto sia della sicurezza degli operatori sanitari a bordo del mezzo nonché della sicurezza del paziente infortunato e delle modificazioni cliniche a cui lo stesso può andare incontro (squilibri emodinamici, peggioramento del trauma o aumento del dolore)”.

Il corso, di cui è stato proiettato un video, è stato articolato in due parti: puna arte teorica incentrata sulle “Responsabilità dell'autista soccorritore” e su nozioni teoriche di guida sicura e in ambiente impervio-arte pratica-addestrativa, svoltasi su pista. L'autista del 118, affiancato dall'istruttore di guida, ha effettuato varie prove di conduzione del mezzo di Soccorso, addestrandosi alla guida in condizioni avverse, al montaggio delle catene, alle frenate di emergenza, alla perdita di aderenza e a evitare gli ostacoli.

Ecco a chi è stato consegnato l'attestato di “Autista Qualificato”

Mario Andreoli, Daniele Berardi, Stefano Boni, Maurizio Breda, Donato Cafarelli, Moreno Cardone, Mirco Ciavattella, Augusto D’Ortenzio, Gianluca Di Giampaolo, Ercolino Di Lodovico, Alessio Di Nicola, Fabio Di Pietrantonio, Guerino Di Pietro, Lucio Giannascoli, Simona Maiella, Marco Miccichè, Luca Nubile, Agostino Palmarino, Nunzio Parone, Lorenzo Perilli, Ivano Pietrolungo, Daniele Ronci, Stefano Starinieri, Francesco Tauro e Vincenzo Verdecchia.

Un momento del corso di guida per gli autisti del 118

In Evidenza

Potrebbe interessarti

A venticinque autisti del 118 l'attestato di qualifica per gli interventi in strade impervie e innevate

IlPescara è in caricamento