Attualità

Aumenti prezzo treni Pescara - Milano: Federconsumatori sul piede di guerra, pronto un esposto

Federconsumatori annuncia un esposto alle autorità garanti per la questione degli aumenti che scatteranno dal 29 luglio sulla tratta ferroviaria Pescara - Milano

Aumento dei prezzi fino al 38% senza nessun vantaggio o miglioramento nei tempi di percorrenza. La denuncia arriva da Federconsumatori che interviene in merito agli aumenti che a partire dal 29 luglio interesseranno i treni sulla tratta ferroviaria Pescara - Milano.

Gli aumenti prevedono sostanzialmente gli stessi tempi con i treni che non si chiameranno più "Freccia Bianca" ma "Freccia Argento". Secondo l'associazione, di fatto gli utenti marchigiani ed abruzzesi sono i più penalizzati in quanto sulla direttrice adriatica non esiste l'Alta Velocità ma si trovano a pagare prezzi più alti per servizi decisamente più scadenti:

Vista la totale assenza di una reazione della classe politica su un problema che tocca interessi così diffusi nella nostra comunità, la Federconsumatori ha preparato un esposto che presenterà all'autorità garante della concorrenza e del mercato, all'Autorità di regolazione del trasporto, e al ministro dei trasporti.
Già in altre circostanze esposti della nostra Associazione hanno determinato sanzioni milionarie a carico di Trenitalia, speriamo che anche in questa circostanza il comportamento di Trenitalia possa essere sanzionato

treni prezzi-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aumenti prezzo treni Pescara - Milano: Federconsumatori sul piede di guerra, pronto un esposto

IlPescara è in caricamento