rotate-mobile
Attualità Spoltore

Più sicurezza nelle scuole di via Bari e di via Di Marzio a Spoltore: in funzione il sistema di videosorveglianza

A comunicarlo sono il vicesindaco Rino Di Girolamo e il sindaco Chiara Trulli che fanno il punto anche sugli altri sistemi attivati fino ad oggi e quelli che saranno assicurati: 684mila le sanzioni elevate nel 2023 per le infrazioni e gli illeciti rilevati

Più sicurezza nelle scuole di via Bari e via Di Marzio a Spoltore: attivata la videosorveglianza. Ad annunciarlo è il vicesindaco Rino Di Girolamo sottolineando che si tratta dell'ennesimo intervento messo in atto proprio per garantire la sicurezza e “un impegno preso con le famiglie che abbiamo mantenuto”. I collaudi sono stati fatti l'8 gennaio con ora le videocamere in funzione.

“Uno degli obiettivi strategici del mandato è l'impegno per il potenziamento delle azioni di ordine pubblico e sicurezza, a cui abbiamo destinato circa un milione di euro – ricorda Di Girolamo -. La videosorveglianza a Spoltore ha più volte ricoperto un ruolo decisivo in indagini di polizia e per la prevenzione dei reati di maggiore allarme sociale. Per questo motivo la consideriamo una priorità, anche se purtroppo ha costi ingenti e deve essere regolarmente rifinanziata: le telecamere hanno un ciclo di vita, come qualsiasi manufatto tecnologico, e in ogni caso hanno bisogno di manutenzione”. L'obiettivo, dice ancora, è portare la videosorveglianza in tutte le aree considerate sensibili, piazze e parchi cittadini, scuole e centri di aggregazione.

“In questi anni – sottolinea il sindaco Chiara Trulli - abbiamo coperto tutte le direttrici viarie più importanti. E ci tengo a sottolineare come queste telecamere siano state utilizzate solo per obiettivi di pubblica sicurezza, e non per multare gli automobilisti che viaggiano a 56 chilometri orari”.

A Spoltore infatti, precisa, le telecamere non sono abbinate ad autovelox o a semafori “intelligenti”: alcune però sono dotate di lettore targa per individuare mezzi rubati o segnalati dalle forze dell'ordine e sul territorio sono presenti numerosi dissuasori di velocità, tabelloni luminosi che segnalano a chi è di passaggio se sta rispettando il limite. “Sono in sostanza come degli autovelox – continua Trulli -, ma si limitano ad ammonire visivamente chi viaggia troppo veloce. Un utile promemoria perché spesso non ci si rende conto di accelerare, specie in discesa e sulle automobili alte e spaziose come le monovolume”.

Nonostante l'assenza di semafori trappola, Spoltore è in un'ottima posizione sulle entrate per il controllo e la repressione degli illeciti e per il 2023 ha emesso oltre 684 mila di sanzioni. “Merito del comandante Panfilo D'Orazio, della squadra che ha saputo creare, e di controlli mirati soprattutto sulla viabilità extraurbana”, continua il sindaco.

Sul fronte della sicurezza è stato implementato anche un progetto di pattugliamento notturno con guardie giurate, per contrastare vandalismo, furti, reati contro il patrimonio e dissuadere anche il disturbo alla quiete pubblica. “Nell'ultimo bilancio abbiamo previsto uno stanziamento dedicato per questo servizio. Una spesa che valuteremo se incrementare. Già adesso comunque – conclude Trulli -, ci consente passaggi quotidiani della vigilanza nei nostri centri: una presenza che, assieme alle telecamere, può dare un significativo supporto alle forze dell'ordine”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Più sicurezza nelle scuole di via Bari e di via Di Marzio a Spoltore: in funzione il sistema di videosorveglianza

IlPescara è in caricamento