rotate-mobile
Attualità

Attivato l'ambulatorio di cardiologia pediatrica: niente più viaggi fuori regione per i piccoli pazienti e le loro famiglie

Il nuovo presidio è operativo all'interno del reparto di pediatria ed è stato realizzato grazie alla collaborazione interaziendale con gli ospedali riuniti di Ancona dove ora i bambini dovranno andare solo in caso di necessità

Un nuovo punto di riferimento all'interno dell'ospedale per i bambini con malattie cardiache e le loro famiglie. La pediatria dell'ospedale ora ha un ambulatorio di cardiologia tutto per loro. A darne notizia è la Asl che sottolinea come l'attenzione verso i piccoli pazienti sia sempre stata alta e che negli anni tutto il supporto è stato garantito dal reparto di cardiologia diretto da Leonardo Paloscia così come, in caso di necessità, dal reparto di Cardiochirugia e cardiologia pediatrica e congenita degli ospedali riuniti di Ancona diretti da Marco Pozzi.

Ora però per le valutazioni cliniche, l'ECGrafica e l'ecocardiografia per i bambini con una complicanza o una malattia cardiaca in età post-natale c'è anche il nuovo ambulatorio di cardiologia pediatrica nella Uoc (Unità operativa complessa) diretta da Maurizio Aricò e questo proprio grazie alla disponibilità del team di Ancona.

Grazie al coordinamento e alla piena collaborazione dei colleghi, sarà possibile selezionare e quindi limitare le necessità di spostarsi nella città marchigiana. In molti casi i bambini saranno valutati a Pescara con un iter diagnostico e terapeutico condiviso con il team del dottor Pozzi, grazie a incontri periodici e consultazioni urgenti in casi particolari.

“La collaborazione interaziendale – sottolinea il direttore generale della Asl Vincenzo Ciamponi - è un valore aggiunto che testimonia come la sinergia aumenti l’offerta assistenziale della sanità abruzzese, evitando alle famiglie coinvolte il disagio di una trasferta fuori regione, ove questa non sia assolutamente necessaria”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Attivato l'ambulatorio di cardiologia pediatrica: niente più viaggi fuori regione per i piccoli pazienti e le loro famiglie

IlPescara è in caricamento