Domenica, 21 Luglio 2024
Attualità

Open day del risotto all'Alberghiero e per 20 studenti l'attestato Fai: sono i "ciceroni" dell'eccellenza abruzzese

Una giornata di conoscenza, ma anche di riconoscimenti quella organizzata e già si pensa alla seconda edizione: presentato il libro di Santino Strizzi che riscopre quei risotti tanto abruzzesi e per troppo tempo dimenticati

Attestato Fai (Fondo per l'ambiente italiano) per 20 studenti dell'istituto Alberghiero Ipssar “De Cecco” in qualità di “ciceroni d'eccezione” delle ricchezze enogastronomiche e turistiche del territorio. Un riconoscimento consegnatogli nel corso dell'open day dedicato al Festival del Risotto svoltosi nell'istituto alla presenza, ta gli altri del presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri con l'Alberghiero che, fa sapere la dirigente Alessandra Di Pietro, avrà di certo la sua seconda edizione.

Questi gli studenti che hanno ricevuto l'attestato: Simona Agnitelli, Taslima Ahmed, Michelle Berardinucci, Angelo Caldarelli, Luigi Carella, Giulia Catalano, Beatrice Di Domenica, Emily Di Simone, Lorenza Di Stefano, Federica Ferrari, Sofia Fusco, Yaryna Kryvan, Ariel Marino, Alessia Melena, Xhoana Met Hasa, Sofia Palmitesta, Giorgia Ricci, Jessica Ricci, Andrè Ruccero e Piermattia Stero.

Una giornata nel corso della quale, tra l'altro, è stato presentato “Il Grande Libro dei Risotti – 151 Risotti” alla presenza dell’autore Santino Strizzi, di Ottavio Di Carlo e della sommelier Annamaria Acunzo oltre che di alcune delle associazioni che collaborano con l'Alberghiero.

Il presidente del consiglio regionale Lorenzo Sospiri - la dirigente Alessandra Di Pietro - lo chef Santini Strizzi

“Abbiamo deciso di organizzare uno Special open day dedicato ai Risotti perché l'Abruzzo, regione per eccellenza della pasta, ha una storia di risaie e produzione di riso nelle valli teramane lungo i fiumi e nella fascia costiera, durata quattro secoli, dal 1400 alla metà dell'ottocento”, spiega Di Pietro illustrando il perché dell'iniziativa e sottolineando il fatto che nonostante una storia tanto importante “nulla è rimasto di questo nella cucina tradizionale”.

“Da qualche anno però il riso è tornato nelle campagne abruzzesi, a Roseto, con un agricoltore che fa nascere chicchi Carnaroli varietà Caravaggio in una risaia 'in asciutta' e in una zona molto diversa dai tipici paesaggi della pianura padana inondati d'acqua – prosegue -. L’evento è nato dalla sinergia con le tante associazioni che da sempre collaborano con l’istituto Alberghiero, con l’obiettivo comune di creare un bel futuro per agroalimentare, settore che ha un bisogno vitale di capitale umano e di professionisti”. Una visione in cui la presenza delle istituzioni, aggiunge, è fondamentale.

“Un pioniere è Santino Strizzi che non parla solo di ricette sul risotto, ma parla di cultura gastronomica, perché il cibo va progettato, occorre saper scegliere le materie prime, bisogna saperle assemblare, e poi c’è la sensibilità personale che è il valore aggiunto”, precisa riferendosi al libro presentato proprio dall'autore per l'occasione.

“Quello dello chef è oggi un mestiere ricercatissimo, ma la verità – dice Strizzi - è che c’è bisogno di tanta gente che abbia voglia di creare, la cucina si è evoluta ma gli ingredienti di qualità sono sempre gli stessi. Personalmente ho elaborato 706 risotti, utilizzando solo prodotti abruzzesi, dall’olio extravergine d’oliva al liquore corfinio, dallo zafferano al tartufo”.

“E' sempre più difficile trovare professionisti nella cucina – conclude Sospiri – e proprio per questa ragione vanno supportate istituzioni scolastiche come l’Alberghiero ‘De Cecco’ nella formazione dei nostri professionisti”.

Gli attestati Fai sono stati consegnati dubito dopo l’inaugurazione della mostra fotografica ‘Ipssar’s Tasty Moments’, con scatti realizzati dagli studenti con la supervisione dell’esperto di fotografia enogastronomica Massimiliano Giancristofaro.

Per le associazioni che collaborano con l'istituto all'open day dedicato al risotto erano presenti la delegata provinciale de Le Donne del Vino Martina Danelli, i rappresentanti dell'Unione cuochi abruzzesi, dell'associazione Cuochi Pescara, quelli dell'Abi Professional Abruzzo-Molise e dell'Amira Abruzzo-Molise oltre al maestro pasticcere Federico Anzellotti (Emozioni italiane) e i rappresentanti dei Gelatieri italiani, della delegazione Fai Pescara con la presenza del presidente Rosaria Morra, dell'associazione Diversuguali nella persona della presidente Gianna Camplone e di Lady Chef. Presenti anche il sindaco Carlo Masci, il presidente della provincia Ottavio De Martinis e il presidente dell'Ancri Anna Maria Di Rita.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Open day del risotto all'Alberghiero e per 20 studenti l'attestato Fai: sono i "ciceroni" dell'eccellenza abruzzese
IlPescara è in caricamento